Il pontile di Bagnoli, una passeggiata panoramica in mezzo al mare

Alla scoperta del pontile di Bagnoli, 900 metri di passeggiata panoramica sul mare.

Napoli in tasca
Articolo di , 12 Apr 2023
4569

Esiste più di un posto a Napoli dove fare una passeggiata e respirare a pieni polmoni l’aria di mare. Il Pontile di Bagnoli è uno di questi: un percorso di 900 metri sul mare, a pochi chilometri dal centro della città, che offre all’organismo una bella carica di iodio e delizia la vista con la splendida visuale del Golfo di Pozzuoli, di Nisida e delle splendide isole di Ischia e Procida.

Le origini del pontile di Bagnoli

Per scoprire la storia del pontile, bisogna fare un passo indietro a quando nella zona di Bagnoli c’era il grande stabilimento siderurgico noto come Italsider. L’azienda, fondata nel 1905, arrivò a coprire una superficie di oltre due milioni di metri quadri e aveva migliaia di dipendenti. Il pontile fi costruito nel 1962, per consentire alle navi mercantili il carico e lo scarico del materiale utile allo stabilimento. Quando nel 1992 l’Italsider chiuse i battenti, dopo anni di controversie legali e sindacali, il ponte visse uno stato di abbandono per decenni.

Piazza Carità, un luogo di Napoli tra storia e progresso

Nel 2000 nacque un progetto per la riqualificazione e la ricostruzione. Nel 1998 lo scultore Giancarlo Neri ha realizzato una scultura, un totem fatto con materiali provenienti dall’acciaieria e posto a destra del pontile.

 

 

bonifica mare bagnoli

Panorama Bagnoli archivio interno

Ricostruzione e “promozione”

Nel 2000, un funzionario del Comune, l’architetto Luigi Lopez, concepì il progetto per ridare vita al pontile di Bagnoli e renderlo accessibile a cittadini e turisti e il ponte fu realizzato nel 2005 e dopo qualche anno fu inserito nei siti del Maggio dei Monumenti.

Il ponte si estende per i due terzi della sua lunghezza sul mare e l’illuminazione di luce soffusa irradiata dal basso verso l’alto, gli dà un aspetto quasi incantato. Alla fine del pontile era stata costruita una sorta di isola, con una rosa dei venti.  Oggi purtroppo l’isoletta non è accessibile a causa di un dissesto del ponticello di collegamento. Una curiosità: il ponte è sullo sfondo della foto di copertina dell’album Mondi Sommersi dei Litfiba.

Il pontile di Bagnoli rappresenta un’ottima opzione per chi  vuole godersi la vista del mare in un luogo più tranquillo, fare jogging e e respirare guardando l’orizzonte e assaporando la sensazione di benessere che dà l’aria salmastra.

 

 

 

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...