Il menù tipico di Carnevale a Napoli

Paola Palmieri

Il menù di piatti tipici del Carnevale napoletano

 

Carnevale una delle feste più attese dell’anno dove sopratutto a Napoli si possono mangiare tantissime pietanze della tradizione, e nella maggior parte della Campania ci sono alcuni piatti  che sulle tavole non possono assolutamente mancare come la lasagna, le braciole, le chiacchiere, il sanguinaccio e il migliaccio.

 

Il festeggiamenti terminano martedì grasso che rappresenta appunto la fine della settimana dei sette giorni grassi. L’ultimo giorno di Carnevale in cui si mangia prima della sobrietà imposta dalla Quaresima.

 

Ecco di seguito cosa si mangia a Napoli dal giovedì al martedì grasso:

 

La Lasagna napoletana

Antica ricetta partenopea che domina le tavole del martedì grasso. La lasagna è principalmente un piatto emiliano, modificato nella tradizione napoletana in occasione del Carnevale. La ricetta originale prevede l’uso della besciamella e della carne macinata, in versione campana questi vengono sostituiti dalla ricotta, unita poi alla pasta a sfoglia, o pasta all’uovo, al ragù, polpettine, mozzarella e chi più ne ha più ne metta. Ecco qui  la ricetta.

 

 

La braciola napoletana

A Napoli si intende con questo temine un involtino, di carne bovina, di preferenza pezza a cannella (ma qualcuno lo prepara anche con fettine di carne di maiale, la cotenna), ripieno di uva passa, pinoli, aglio, prezzemolo e pecorino che vien messa a cuocere nel sugo che darà vita insieme anche ad altri tipi ci carne allo squisito ragù! Ecco la ricetta!

 

Le chiacchiere

Le chiacchiere di Carnevale sono uno dei dolci più buoni della tradizione napoletana, ne esistono moltissime varianti ed ogni famiglia ha la propria ricetta che si tramanda da generazione a generazione. Noi vi proponiamo qui la ricetta originale del più grande Maestro pasticcere della Campania, il mitico Sal De Riso. Ecco la ricetta!

 

Il Sanguinaccio Napoletano

Uno dei dolci tipici del carnevale, è sicuramente il sanguinaccio, una densa crema di cioccolato  dal retrogusto un pò amaro che di solito ha il compito di accompagnare “l’inzuppo “delle chiacchiere. Sanguinaccio e  chiacchiere si trasformano così in un binomio perfetto, il giusto mix del carnevale napoletano. Ecco la ricetta

 

Il Migliaccio Napoletano

Il migliaccio è un dolce tipico di Carnevale, si prepara, di solito, il martedì grasso a Napoli ed è diffuso in tutta la Campania. Le sue origini sono legate al medio evo e la parola “miliaccium”significa pane di miglio. Infatti, in origine, era una torta contadina fatta con miglio e sangue di maiale, questo alimento veniva inserito spesso nei piatti contadini poiché era nutriente, energetico e, quindi, aiutava i poveri contadini ad affrontare, meglio, le fatiche della campagna. Solo alla fine del ‘700 il sangue fu sostituito da zucchero, cannella, farina e uova in questo modo la pietanza incominciò ad assomigliare al dolce che noi tanto amiamo. Ecco la ricetta.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu