Il meloncello: gli ingredienti e la ricetta del liquore al melone

Una crema di liquore dolce e intensa e un digestivo cult in Campania. Ecco come preparare il meloncello in casa

Cucina
Articolo di , 03 Mar 2021
6018

Il meloncello è una crema di liquore al melone tipico della costiera sorrentina. Si tratta di un digestivo cult nelle zone partenopee, la degna conclusione di un pranzo o di una cena, al ristorante o a casa. Non è d’altro che di una variante del limoncello, facile da realizzare anche tra le mura domestiche. Dato il suo sapore dolce e intenso, è un ottimo modo per omaggiare con fantasia e tradizione i propri amici o parenti. Ma come si realizza il meloncello? Scopriamo insieme gli ingredienti e la ricetta!

Gli ingredienti e la ricetta del meloncello

I passaggi per la preparazione del meloncello sono pochi, ma fondamentali per una buona riuscita. Lo stesso vale per gli ingredienti: essenziali, economici ma che devono godere di un’ottima qualità per regalare sapore e freschezza a questa bevanda prevalentemente estiva ed amata in tutto il mondo. Il melone, soprattutto, deve essere maturo per ottenere un’essenza gradevole e una colorazione arancione intensa. Volendo si può intensificare il risultato finale con qualche goccia di colorante.

Ingredienti (per circa 1 lt di meloncello)

  •  300 gr di zucchero
  • 1 cucchiaino di essenza o bacche di vaniglia
  • 150ml di panna fresca ancora da montare
  • 250ml di latte intero

Procedimento

Aprite il melone cantalaupo dividendolo in due parti uguali. Eliminate tutti i semini presenti al suo interno e tagliatelo in diversi spicchi. Iniziate a separare in ogni singolo spicchio la polpa dalla buccia, utilizzando un coltello con una lama molto affilata. In seguito tagliate la polpa in tanti piccoli cubetti. Andate a versare questi ultimi in una ciotola e aggiungete l’alcool fino a coprirli del tutto, in modo che ne assorbiscano il sapore e che diventino ancora più morbidi e succosi.

Coprite il tutto con una pellicola e lasciate macerare per 1 settimana in un posto con un gradazione a temperatura ambiente. Ogni giorno mescolate almeno un paio di volte la frutta con l’alcool, per un risultato omogeneo.

Dopo aver fatto passare il tempo necessario svuotate il contenitore, ovviamente filtrando e conservando da parte il liquido ottenuto. Frullate poi i cubetti di melone con un frullatore ad immersione o un semplice mixer fino ad ottenere una purea densa, liscia ed omogenea. Mettete a sobbollire per qualche minuto in una pentola latte, zucchero, panna e vaniglia, portate a bollore. Spegnete soltanto quando lo zucchero sarà totalmente sciolto e lasciate raffreddare il composto. Come ultimo step, una volta raffreddatosi, versatelo in una ciotola e unitelo sia alla purea di melone sia al liquido ottenuto dalla precedente macerazione. Il meloncello è pronto e non resta altro che travasarlo nelle bottiglie di vetro e servirlo agli ospiti!

Foto tratta da primochef.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...