Il fascino del Borgo Marinari, un posto sospeso nel tempo

Valentina Cosentino

Ai piedi del castello più famoso di Napoli si apre una piccolo borgo di palezzetti a due piani, che ancora oggi, nonostante il tempo, mantiene intatto il suo fascino di borgo di pescatori.

E’ il Borgo Marinari. Come il suo castello è costruito sui resti di quella che fu una delle più imponenti dimore nobiliari dei tempi dell’antica Roma. Sopravvissuto intatto ai progetti di traformazione in porto rifugio del periodo del Risanamento, oggi offre a napoletani e turisti la possibilità di fare un tuffo indietro nel tempo.

Tristemente famoso negli anni ottanta per gli scafi blu dei contrabbandieri di sigarette che da qui partivano per i loro traffici, a partire dagli anni ’90 è stato restituito alla città. La sua forte vocazione truristica ha fatto sì che oggi sia per lo più occupato da attività di ristorazione. Insieme al borgo di Santa Lucia, proprio di fornte sulla terrafarma ,è noltre il luogo dove si concentrano i principaei circoli  nautici della città che danno ormeggio a motoscafi, barche a vela e yacht oltre ad organizzare l’animata stagione velica del golfo. I pcohi negosi presenti, prorpio per questo, sono dedicati alla nautica.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu