Il cuore commerciale della Napoli di un tempo: la Galleria Umberto I

Valentina Cosentino

Quante volte ci saremo passati davanti o l’abbiamo attraversata frettolosamente, senza curaci troppo della sua grandiosa architettura: è la Galleria Umberto I.

Fu costruita alla fine del ottocento in soli tre anni (1887 – 1890) per dare un nuovo volto a quest’area allora malsana costituita da vicoli senza luce e malfrequentati in prossimità del porto, ma anche di due dei pricipali monumenti cittadini: Palazzo Reale e Maschio Angioino.

Fu pensata per divenire uno dei poli commerciali della città, per ospitare botteghe ed eserci commerciali diversi. Tra le curiosità più interessanti pare che abbia ospitato la prima sala cinematografica della città, dove vennero proiettati addirittura i primi film dei fratelli Lumière, gli inventori del cinema!

Forse poi, i nostri nonni ricorderanno che la Gallerria per moltisismi anni è stato il punto di ritrovo degli sciuscià napoletani, i lustrascarpe della città. Un vero e proprio rito, un tempo, quello di farsi lustrare le scarpe in galleria, praticato solo dagli uomini veramente eleganti della città.

Questo slideshow richiede JavaScript.



Comments to Il cuore commerciale della Napoli di un tempo: la Galleria Umberto I

  • Encantadisimo con su Hitoria.

    Juan Felipe De Luise Alcocer 5 novembre 2016 0:20 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu