Il Casatiello Dolce, una golosa tradizione napoletana

Come ben sanno tutti i napoletani il ” Casatiello ” esiste anche nella sua versione dolce. Una ricetta della tradizione da preparare per le feste.

Come ben sanno tutti i napoletani il “Casatiello” esiste anche nella sua versione dolce.
Le origini sono incerte, alcuni attribuiscono la provenienza a Torre del Greco altri alla Costiera Amalfitana, ma di sicuro è una ricetta che si tramanda da generazioni grazie alle vecchie massaie che la riportavano su carta.

Un dolce alto, asciutto , ricoperto di glassa che ben si presta per la prima colazione e la classica zuppa di latte. Una torta molto calorica, colorata, dal profumo particolare che richiede una preparazione lunga (3 giorni) ed elaborata. Grazie alla presenza del “criscito” (pasta di riporto fermentata) si mantiene come appena fatto per diversi giorni, ma si può usare anche il lievito madre ottenendo un prodotto ottimo che si conserva a lungo.
Il Casatiello dolce è una ricetta antichissima campana che si prepara solitamente per Pasqua, ma spesso lo troviamo sulle tavole natalizie come sostitutivo del Panettone.

Prendiamoci il nostro tempo e sperimentiamo questo dolce originale che evoca ricordi, sapori e profumi del passato.

La Ricetta

L’impasto
1 kg di farina
500 ml di latte
8 uova
500 gr di criscito (o lievito madre)
150 gr di strutto
450 gr di zucchero
Uva passa e cedro
Vanillina

6 gr di lievito di birra
1 bicchierino di sambuca
Un pizzico di sale

La glassa

1 albume
Zucchero a velo
Confetti i colorati o “diavulilli”

Preparare l’impasto sciogliendo, in una ciotola capiente, il criscito nel latte e lavorandolo con un cucchiaio di legno o una frusta a mano. Quando saranno abbatanza amalgamati aggiungere il sale, il lievito, le uova, lo zucchero, lo strutto e la farina. Battere l’impasto a mano fino a quando avrà incoprotato abbastanza aria (inizieranno a comparire delle bolle); aggiungere quindi il cedro, i canditi, l’uvetta, il liquore e la vanillina. Versare il composto ottenuto uno stampo o una teglia unta con lo strutto ed infarinata. Lasciare crescere almeno una notte intera.
Infornare a 180°.
Durante la cottura, preparare la glassa con l’albume e lo zucchero a velo. Cospargere il dolce con la glassa e disporre i confettini. Infornare di nuovo per circa 5 minuti nel forno ancora caldo, ma spento.



Comments to Il Casatiello Dolce, una golosa tradizione napoletana

  • Non è questa la ricetta del casatiello dolce

    Rosa argenziano 12 marzo 2017 22:24 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu