I giardini Ravino ad Ischia: il paradiso delle piante grasse

Valentina Cosentino
I giardini Ravino ad Ischia: il paradiso delle piante grasse
5 (100%) 1 vote

 

A Forio d’Ischia la primavera riapre le porte dei giardini Ravini. Una distesa di oltre 6.000 mq di cactus messi insieme in oltre cinquant’anni dalla passione di Giuseppe D’Ambra. Il capitano D’ambra ha iniziato riportando piante esotiche dai suoi viaggi in nave in mezzo mondo dando vita ad un oasi unica nel suo genere dove piante grasse, meglio dette succulente, si fondono con la flora mediterranea. Ed ancora oggi la raccolta di preziose piante si arricchisce di nuovi esemplari.

 

I giardini sono stati creati in un vigneto abbandonato dal 2005 e tantsisme sono le raritàbotaniche è possibile osservare come i Cereus colonnari, Echinocactus globosi e Ferocacactus cilindrici, Selenicereus rampicanti, Aporocactus ricadenti, Stenocereus striscianti, Espostoa coperte di lanugine, Pachipodium e Pereskie uniche cactacee con le foglie e anche la rarissima Wollemia nobilis, un rarissimo esemplare vegetale che si credeva estinto fino al 1994.

 

All’interno dei giardini un piccolo Caffè in cui rilassarsi e gustare le specialità di un piccolo orto allestito in una parte del parco, come anche il delizioso Cactus Cocktail, a base di frutti e semi di cactacee. Natura, panorama, ecosotenibilià e biodiversità fanno di questi giardini una vera oasi di benessere. Oggi gestito dai figli di Antonio D’Ambra propone al tramonto anche una serie di eventi per tutta la stagione estiva per godere con tutti i sensi delle bellezze del luogo.

 

Per i dettagli della visita: https://www.ravino.it/it/giardini-ravino-parco-botanico

 

Foto pagina FB Giardini Ravino

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu