“He fatto Pasca cu ‘sti vviole!”: il curioso significato del detto napoletano

Napoletanità
Articolo di , 10 Mar 2021

 

La genuinità del popolo napoletano si riflette pedissequamente nelle testimonianze storiche e culturali che compongono l’inestimabile tradizione di cui sono i custodi. Tutto questo, ha modo di riversarsi, in egual misura, nell’idioma partenopeo. Parliamo di una lingua ricca di sfaccettature, intrisa di un profondissimo senso di appartenenza. Il dialetto napoletano, infatti, permette al popolo di esternare emozioni, insicurezze e giudizi sulle situazioni ed i contesti più disparati. Innumerevoli sono, infatti, i detti e le espressioni tipiche che colorano con grande vivacità l’idioma napoletano ed i vicoli della città dove, puntualmente, se ne fa uso. In quest’articolo, scopriremo il significato di un detto napoletano decisamente curioso ed interessante: “He fatto Pasca cu ‘sti vviole!”.

Il significato del detto napoletano “He fatto Pasca cu ‘sti vviole!”

Come detto, i detti napoletani permettono a chi ne fa uso di esternare le proprie emozioni e gli adeguati giudizi senza peli sulla lingua, praticamente in ogni occasione. Spesso, specie in amicizia o in famiglia, infatti, occorre essere sinceri, pur correndo il rischio di indisporre gli interlocutori. “He fatto Pasca cu ‘sti vviole!” è un’espressione tipica sarcastica, a tratti ironica e anche dissacrante che, però, offre una preziosa lezione di vita a tutti coloro a cui è riferita. Tradotto letteralmente dal napoletano all’italiano, infatti, il detto oggetto di quest’articolo corrisponde a: “Hai fatto Pasqua con queste viole!”. Di primo acchito notiamo subito quanto velato e, a tratti, enigmatico, il significato di “He fatto Pasca cu ‘sti vviole!” possa essere; specie quando, non si conosce il tono con cui l’espressione viene pronunciata.

 

“He fatto Pasca cu ‘sti vviole!” si usa per esprimere un giudizio amaro, ma sarcastico ed estremamente goliardico. Il detto concentra un’asprissima ironia dovuta al fatto che, chi lo usa, intende deridere il proprio interlocutore (nella maggior parte dei casi), o ragguardarlo con un sorriso riguardo una determinata condizione. L’espressione, infatti, si utilizza per esplicare l’illusione di qualcuno che crede di poter raggiungere un obiettivo particolarmente ambizioso con ben poche risorse. Potremmo declinare “He fatto Pasca cu ‘sti vviole!” come “una rondine non fa primavera”, riferendoci anche al fatto che, né la fioritura delle viole né la scarsa disposizione di esse, permettano a chiunque di festeggiarla a dovere. “He fatto Pasca cu ‘sti vviole!” è un’esclamazione, come espresso in precedenza, profondamente goliardica che, nella stragrande maggioranza dei casi, viene pronunciata con tagliente ironia, come forma di dispetto nei confronti dell’interlocutore, chiaramente poco attrezzato per affrontare una determinata situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...