Gli spettacoli della natura: la cascata di Acquapendente

Napoletanità
Articolo di , 26 Apr 2021

La natura che si risveglia in questo periodo dell’anno è accogliente più che mai. Richiama a sé gli spiriti avventurosi come una mamma chioccia con i suoi pulcini. Tra le suggestive aree naturali della Campania, che meritano una visita, vi è sicuramente il Parco del Partenio. Questo polmone di verde e natura si estende su ben tre provincie campane: Avellino, Benevento e Caserta. Il territorio è attraversato da una rete di piccoli torrenti e corsi d’acqua, che trovano la loro fonte originaria nelle sorgenti montane. La struttura calcarea del territorio determina che il percorso di molti di questi corsi d’acqua si sviluppi sotto terra. L’erosione dell’acqua produce poi suggestive strutture come le cascate. Oggi scopriamo uno degli incantevoli angoli di questo parco che si trova nell’avellinese: la cascata di Acquapendente.

Dove si trova la cascata

La cascata si trova nei pressi della cittadina di Avella, nella valle del fiume Clanio, definita un tempo “la valle dei miti e degli dei”. Il fiume Clanio, infatti, era una benedizione per la valle, in quanto di forte impulso per l’economia dell’intera area. Per raggiungere la cascata bisogna costeggiare il fiume Clanio, che attraversa la cittadina di Avella e passeggiare lungo la strada conosciuta una volta come “Via dei Cristiani”, perché conduceva al Santuario di Montevergine.

La cascata

Alta più di 18 metri, deve il suo nome alla ripidità della sua caduta. Il periodo migliore per ammirarla è all’inizio della primavera, o durante periodi particolarmente piovosi, quando questo rivolo d’acqua incastonato tra due possenti rocce diventa più abbondante. Il percorso per arrivare alla cascata è altrettanto suggestivo, poiché permette agli esploratori di passeggiare totalmente immersi nella natura. Lontani dai rumori assordanti della cittadina, dalla vita frenetica, immersi in un posto in cui la natura regna sovrana. Una natura che può offrire spettacoli irripetibili, come quelli di un rivolo d’acqua incastonato tra due rocce, che saltando nel vuoto, percorre in picchiata 18 metri prima di schiantarsi fragorosamente al suolo.

 

Dove: Avella (AV)

Come arrivarci: Da Napoli imboccare l’autostrada A3 e prendere l’uscita Tufino. Seguire le indicazioni per Avella, in direzione di via Carlo III e proseguire poi su via Carmignano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...