Al Gambrinus un caffè sospeso per le vittime del sisma

Al Gambrinus un caffè sospeso per le vittime del sisma
Vota questo articolo

Il cuore dei napoletani è grande e quando c’è bisogno di aiutare il prossimo, in men che non si dica nascono iniziative in ogni angolo della città.
Il ricordo del terremoto dell’80 aleggia ancora come un fantasma nelle menti di molti napoletani, e con gli ultimi eventi sismici che hanno colpito la nostra nazione, quel ricordo è diventato ancora più vivido ed in tanti hanno rivisto nelle scene trasmesse alla TV quello stesso sgomento vissuto in prima persona più di 30 anni fa.
E proprio per aiutare le persone colpite dal sisma delle Marche che il Gran Caffè Gambrinus ha messo in moto la macchina della solidarietà a suon di caffè; all’interno delle sale è stata messa a disposizione un’urna nella quale i clienti più generosi possono lasciare lo scontrino di un caffè sospeso a favore dei più bisognosi che in questo momento vivono una situazione di disagio, senza casa e senza i beni di prima necessità.

fratelli-sergio-gambrinus

Questa raccolta di fondi stravagante che prende spunto dall’usanza del caffè sospeso è un bellissimo modo di aiutare chi, in questo momento, ha realmente bisogno di sostegno soprattutto materiale.
“E’ solo un modo diverso per aiutare la popolazione colpita dal sisma. Anche noi volevamo dare il nostro contributo e sostenere la macchina dei soccorsi in maniera efficiente, e quale miglior modo per farlo se non con l’usanza del caffè sospeso, simbolo della solidarietà napoletana?”.

Queste le parole di Arturo e Antonio Sergio, promotori dell’evento e proprietari del celebre caffè; ci tengono a precisare che nei prossimi giorni consegneranno personalmente insieme al consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli un assegno ai rappresentati della Croce Rossa Italiana.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu