Lutto nel mondo del giornalismo, addio ad un grande Napoletano

Valentina Cosentino
Lutto nel mondo del giornalismo, addio ad un grande Napoletano
Vota questo articolo

Grande commozione questa mattina ai funerali del famosissimo giornalista napoletano, Luigi Necco. Un lunghissimo applauso ha accompagnato il feretro all’ingresso della chiesa di San Giovanni dei Fiorentini «Abbiamo sentito subito il calore della città, siamo orgogliosi, anche papà lo era», ha detto la figlia di Necco poco prima del rito funebre. In chiesa i gonfaloni del Comune di Napoli e della Regione Campania.

Necco si è spento ieri all’ospedale Cardarelli di Napoli, il giornalista è stato stroncato da una grave insufficienza respiratoria.

 

Il noto giornalista napoletano aveva 83 anni ed era particolarmente caro al suo pubblico per la sua attività giornalistica svolta sempre in maniera appassionata. Volto storico del calcio partenopeo, commentare di 90′ minuto, si dedicava all’archeologia narrando le scoperte ed i tesori antichi al grande pubblico con semplicità precisione e passione.

 

Nella sua lunga carriera è stato gironalista RAI, Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, ed ha scritto diversi libri:  “Camorra, la società senza più onore”,  sul sequestro Cirillo, primo patto tra Stato e camorra,  “Giallo di Troia” su rinvenimento del tesoro di Priamo (Pironti 1993), e “Operazione Teseo”  sull’eroe militare Siro Riccioni (Pironti, 2014).



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu