Dramma alla Pignasecca: grande commozione per i funerali del salumiere

Grande Napoli
Dramma alla Pignasecca: grande commozione per i funerali del salumiere
Vota questo articolo

 

Si è costituito la scorsa notte, negli uffici della Questura di Napoli, l’uomo che, a Napoli, ha tentato di rapinare il salumiere Antonio Ferrara, nel suo storico negozio di piazza Montesanto, che colto da malore, e’ poi morto a causa di un infarto. L’uomo, che ha 46 anni – secondo quanto riferiscono organi di stampa – si e’ presentato accompagnato dal suo avvocato negli uffici della Squadra Mobile.
Gli agenti lo avevano gia’ identificato nel corso delle indagini scattate subito dopo la tragedia. Infatti era gia’ stato avvicinato dagli investigatori, coordianti dal pm Ida Frongillo, ai quali, pero’, ha riferito che quella tragica sera era al lavoro in un pub di via Chiaia. Gli agenti della Squadra Mobile hanno subito controllato la sua versione dei fatti e hanno appurato che, invece, al lavoro quel giorno non c’era andato. A questo punto, prima che venisse fermato, il 46enne si e’ recato dalla Polizia con il suo legale. Al termine di un lungo interrogatorio, e’ stato sottoposto a fermo.

 

“Un’ora prima di questo funerale è avvenuto un miracolo. Mentre la gente parla e le persone dicono di tutto, il figlio di Antonio, Pietro, ha incontrato il figlio del colpevole in sagrestia e lo ha perdonato con un abbraccio». Lo ha rivelato il parroco della chiesa di Santa Maria di Montesanto, Michele Madonna, nel corso dell’omelia del funerale di Antonio Ferraro

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu