Friarielli sott’olio, trucchi e segreti delle nonne napoletane

Grande Napoli

I friarielli napoletani sono una prelibatezza della cucina tradizionale napoletana: sono verdure tipicamente campane dal sapore un pochino amarostico che si cucinano soffritti nell’olio d’oliva con aglio, sale e un pizzico di peperoncino.

 

Alcuni ritengono che il nome friariello derivi dal castigliano “frio-grelos” ovvero broccoletti invernali, mentre altri dal verbo napoletano frijere cioè friggere. A Napoli il friariello va generalmente associato alla salsiccia, un’unione perfetta, infatti, noi napoletani solitamente diciamo ‘A sasicc’ è ‘a mort d’ ‘o friariell’ ! ma molti sono gli usi e le ricette che i napoletani fanno dei friarielli, tra queste ci sono i leggendari “boccacci”, quelli che ti permettono anche nella calda estate, quando cioè non è stagione degli amatissimi friarielli, di poter godere di questa prelibatezza tutta campana. Ecco come preparare i friarielli sott’olio

 

Ingredienti

 

  • 1 kg di friarielli puliti (peso al netto)
  • sale grosso q.b. (circa 50 g)
  • 1 lt di acqua
  • 500 ml di aceto di vino bianco
  • 4-5 spicchi d’aglio (o secondo gusto)
  • 3-4 peperoncini essiccati
  • olio extravergine d’oliva q.b. per condirli
  • olio d’oliva (circa 600/700 ml) per invasettarli

Procedimento

Pulire i friarielli, eliminando le parti esterne ed ottenendo solo le cimette. Lavateli con abbondante acqua, risciacquandoli più volte. I friarielli si vendono a fascetti, ne servono almeno sei-otto, in realtà a me li ha puliti la signora sotto casa. Eliminare le foglie più dure e scegliete quelle più tenere, con le piccole infiorescenze gialle.

A questo punto ponete in una pentola l’acqua e l’aceto (in rapporto 2:1) e portate ad ebollizione con il sale grosso. Quando inizia a bollire, unirvi una manciata di friarielli alla volta e far sobbollire per 3 minuti (tempo che si conteggia dall’inizio dell’ebollizione, non di più. In questo modo la verdura rimarrà croccante e si ammorbidirà poi nell’olio), sollevatele con una schiumarola e ponete a scolarle. Passate man mano a sbollentare tutti i friarielli nella soluzione di acqua e aceto.

Dopodiché, adagiatele tutta la verdure su un telo pulitissimo (io uso una vecchia tovaglia che uso solo per questo tipo di preparazioni) e lasciate asciugare i friarielli tamponando con un altro telo. Fate asciugare per almeno una mezza giornata (calda) oppure tutta la notte.

 

Il giorno dopo, sbucciate gli spicchi d’aglio e tagliateli a pezzi piuttosto grossi.Preparate i vasetti puliti, con tappo integro e precedentemente sterilizzati, poi, con cura inserite i friggitelli. Tra uno strato e l’altro di friggitelli, mettete qualche pezzetto d’aglio, un pò di origano e i peperoncini a pezzi.Arrivate a riempire fino a sotto due dita dell’orlo del vasetto, premete bene aiutati con un cucchiaio, riempite con l’olio e chiudete il vasetto con i friggitelli sott olio. Ora passate a sterilizzare i vasetti di friggitelli sott olio.
In una pentola mettete i vasetti con i friggitelli sott olio e per non farli toccare tra loro e tenerli ben saldi, avvolgeteci intorno dei canovacci. Riempite la pentola con acqua fredda, 5 centimetri sopra i vasetti, mettetela sul fuoco e portate a ebollizione. Quando l’acqua bolle lasciate bollire per circa 20 minuti.
Tirate su i vasetti quando l’acqua si sarà raffreddata.



Comments to Friarielli sott’olio, trucchi e segreti delle nonne napoletane

  • se fate una premessa chiara dove si evince che si tratta di friarielli napoletani poi la ricetta deve attenersi a quella della tradizione. Quindi aceto e origano non vanno menzionati negli ingredienti.

    Avatar Salvatore 30 Novembre 2019 23:17 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu