Frank: l’Indiana Jones Napoletano

Paola Palmieri

Frank, il nostro Indiana Jones Napoletano, ci racconta la città/regione attraverso il suo sguardo da esploratore: 

 

So’ nato il 21 settembre d’ ’o 1984. Alcuni mesi prima, dint’ ‘e cinema degli Stati Uniti d’America, ‘nu 23 ‘e maggio, usciva “Indiana Jones e il tempio maledetto” interpretato da Harrison Ford, ‘nu brillante prufessóre universitario di Archeologia che béllo e buono addiventa un avventuriero!

 

‘Na trilogia che da adulto pare a tratti ‘na fesseria ma che all’epoca adolescente, grazie anche a tanti altri film e videogiochi dello stesso o quasi genere (penso “I Goonies”, a “Ritorno al Futuro” e l’alter ego femminile del Dottor Jones, Lara Croft), forgiò la mia curiosità e fascino verso l’avventura, il sapore dell’antico, il custodire dai “cattivi” quei tesori che non hanno confini geografici, che appartengono al patrimonio dell’umanità.

 

E mo’ eccomi co stesso cappìello tra i vicoli ‘e Napule.

 

Attenzione! Nessuna pretesa ‘e assumiglià al grande Harrison Ford, unico ed inimitabile. D’altronde je nun songo ne un attore ne tantomeno lo voglio addiventà, vi dirò di più: annanze a ‘na macchina fotografica/telecamera spìsso me metto pure ‘nu poco scuórno!

 

Ma l’idea di raccontare i luoghi, le leggende ed i personaggi della mia città(regione) è cchiù forte dei miei “limiti”.

 

L’Indiana Jones Napoletano è ‘na “scusa” per diffondere, dare luce o risalto a ‘o nuósto patrimonio artistico culturale spìsso dimenticato o peggio ignorato.

 

Oggi è cchìu facile trovare quaccherùno ca conosce tutt’ ‘e città ‘e villeggiatura d’ ‘a Spagna che ‘a “ricchezza” che avimmo sotto gli occhi tutt’ ‘e juórne.

 

I Napoletani del futuro me li immagino con maggiore consapevolezza di sé e della propria storia, se putesse riassumere il tutto in un’unica parola: Identità!

 

Frank

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu