Folla record per la processione della Madonna Assunta ad Ercolano

News
Articolo di , 15 Ago 2016

È uno dei riti religiosi più sentiti a Napoli e in Campania, tanti i fedeli che si rivolgono proprio alla Madonna dell’Assunzione per chiedere grazie ed affidare a Maria speranze e attese. Ad Ercolano, e non solo lì, la folla ha sfidato il caldo incessante e si è riversata per strada per la processione. “Viva Maria, a te affidiamo le persone a noi care: proteggici e aiutaci”. Dopo un’attesa lunga 16 anni la Madonna Assunta torna per le vie della sua Ercolano, in processione sul carro trionfale per celebrare il Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco.

L’ultima fu infatti nel 2000 in occasione del anno giubilare indetto da Giovanni Paolo II.

Già all’alba le prime funzioni: alle 6 il raduno in piazza Pugliano per le preghiere e il Rosario, poi alle 6:45 la solenne celebrazione presieduta da monsignor Lucio Lemmo, infine l’inizio del rito con le immagini della “Maria madre maestra e regina di Misericordia” e del Cristo Novo.
Un evento che unisce il sacro e il profano, religione e società civile. In migliaia i partecipanti al corte che è partito pochi minuti dopo le 9 dalla Basilica di Pulignano. Poi una parata di 10 soste in tre ore con una processione cantata in via Canalone, via Semmola, ‪via Panoramica, via IV Novembre, via Tironi Di Moccia, ‪via Marconi,  corso Italia, via IV Novembre e corso Resina dove l’abbraccio dei fedeli è stato toccante. Ultima tappa a Villa Campolieto, da dove il rito riprenderà questo pomeriggio alle 17.
“È un grande giorno per questa città e i suoi abitanti, la Madonna ci accompagni – ha detto il sindaco Ciro Buonajuto – Una preghiera per Ercolano e un abbraccio fortissimo a tutti gli ercolanesi lontani”.
Il primo cittadino ha pensato anche a chi non ha potuto assistere al corteo postando sulla sua bacheca Facebook alcune dirette del passaggio del carro in via Panoramica.

A chiusura della Festa dell’Assunta, nella serata del 16 agosto ci sarà il concerto di Maria Nazionale con la rivisitazione di numerosi brani della tradizione classica napoletana.

 

 

Fonte Il Mattino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...