DPCM di Natale, passa la linea dura: niente spostamenti e coprifuoco

Giuseppe Conte - DPCM Covid-19
Valentina Cosentino

Completato nella notte il nuovo DPCM con le misure in vigore dal 4 dicembre e specifiche restrizioni per il periodo natalizio.

 

In giornata sarà sottoposto alle regioni per le ultime revisioni e dovrebbe essere firmato entro la sera di oggi, 3 Dicembre, dal Presidente Conte.

 

Rimane confermata la divisione Delle regioni in base al fattore di rischio in gialla, arancione e rossa, come confermato resta il coprifuoco a partire dalle 22. 00 e possibilità di rimanere aperti per i negozi fino alle 21.00, con chiusura di bar e ristoranti alle 18.00. Decisa anche la chiusura degli impianti sciistici.

 

Scattano poi dal 21 Dicembre al 7 gennaio 2021 misure specifiche e più restrittive per il periodo delle feste. Chiusa la mobilità tra le regioni anche se in fascia gialla (sono previste deroghe, ma non sono state completamente definite). Ferma anche la mobilità tra i comuni ma solo per il giorni del 25, 26 Dicembre e 1 Gennaio.

 

I ristoranti potranno rimanere aperti a pranzo nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno, salvo quelli degli hotel che invece saranno chiusi, anche per la notte dell’ultimo dell’anno.

Non sarà possibile recarsi elle seconde case o intraprendere viaggi tipo le crociere. Si conferma la possibilità di tornare al proprio domicilio.

Limitazioni anche per le celebrazioni liturgiche che dovranno terminare alle ore 20.30.

Il ritorno a  scuola è fissato al 7 gennaio.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu