Dpcm del Governo, dall’11 al 15 gennaio la Campania sarà zona gialla

Grande Napoli

Con le regole del nuovo Dpcm, dall’11 gennaio, mezza Italia da lunedì potrebbe essere in fascia arancione. La situazione è decisamente ancora critica, la parte rigorista dell’Esecutivo insiste nel chiedere «un lockdown soft di due mesi, come Germania e Gran Bretagna», ma  il governo continua ad escluderlo.

 

La Campania non rischia per la prossima settimana, l’indice  Rt sotto la soglia 1 permette alla Campania di restare in zona gialla rinforzata, osiia con limiti agli spostamenti interregionali e coprifuoco dalle 22 alle 5.

 

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, a margine di un sopralluogo all’Ospedale del Mare a Napoli, attacca la ripartizione dell’Italia in zone di rischio. “Zona gialla, zona rossa, arancione. Un giorno sì e un giorno no. Cose demenziali. Se chiedete a me oggi in che zona siamo, non ve lo so dire. Figuratevi un povero cristo di operatore commerciale, un albergatore che deve pensare. Servono scelte chiare ed applicabili, altrimenti con le mezze misure allunghiamo i tempi dell’epidemia mandiamo al manicomio un Paese intero“.

Con la zona gialla rinforzata però saranno possibili spostamenti liberi all’interno della Regione (si potranno così raggiungere le seconde case), negozi aperti, tra cui bar e ristoranti, che potranno servire ai tavoli fino alle ore 18, mentre le visite a parenti e amici sono consentite una volta al giorno, limitatamente a due ospiti per casa. Un parziale ritorno alla normalità, dunque, mentre per il wekend 9-10 gennaio la zona è arancione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu