I posti migliori dove correre a Napoli

dove-correre-a-napoli
I posti migliori dove correre a Napoli
Vota questo articolo

Napoli, come sappiamo, oltre ad essere una città meravigliosa, è anche molto caotica e per un runner  certe volte potrebbe rappresentare un vero e proprio percorso a ostacoli.Chi ama la corsa e crede che Napoli non sia una città attrezzata per gli allenamenti fuori dalla palestra, dovrà ricredersi.A tal proposito, in questa sezione proponiamo alcuni tra i maggiori luoghi dove poter fare jogging in piena libertà e tranquillità, lontani dal caos cittadino e immersi nella natura, godendo contemporaneamente della vista sul Golfo e di paesaggi unici.

 

 

  •  Parco Virgiliano

Il Parco Virgiliano, detto anche “parco della Rimembranza”, è un parco panoramico che sorge sulla collina di Posillipo a picco sul mare ed è uno dei punti più belli e suggestivi di Napoli. Il panorama dal parco è semplicemente splendido e spazia dalla costa partenopea a quella flegrea. In un solo colpo d’occhio è possibile osservare le isole di Procida, Ischia e Capri, l’isolotto di Nisida, il golfo di Pozzuoli, i quartieri di Agnano, Fuorigrotta, Rione Traiano, Pianura, l’Eremo dei Camaldoli, il golfo di Bacoli, Monte di Procida, il Vesuvio, la costa vesuviana, la Penisola Sorrentina  ed il centro storico di Napoli. E’ uno dei punti più belli di Napoli.

Nel parco sono presenti anche un anfiteatro per spettacoli aperto nel 1975 e una pista sportiva di atletica leggera aperta negli anni sessanta e affidata in gestione alle associazioni di categoria.

Il parco Virgiliano offre un luogo molto tranquillo per correre sia sulla superficie pubblica, sia in pista.Per poter accedere alla pista di atletica è necessario tesserarsi ad un circolo sportivo, mentre il suolo pubblico è sempre accessibile ma presenta l’inconveniente della superficie in tufo, non tra le più amate dai runners, ma comunque molto frequentata.

Orari di apertura: dalle ore 07.00 alle ore 24.00 dal 1° maggio al 20 giugno; dalle ore 07.00 alle ore 01.00 dal 21 giugno al 30 settembre; dalle ore 07.00 alle ore 21.00 dal 1° ottobre al 30 aprile, con posticipo dell’orario di chiusura alle ore 22.00 nei giorni di sabato e domenica.

  •   Bosco di Capodimonte

Si tratta senza dubbio del punto di verde pubblico più considerato a Napoli dagli amanti della corsa. Ampio ben 1,34 chilometri quadrati, è anche il parco più grande della città ed è situato a nord-ovest rispetto al centro. Al suo interno, oltre ad essere presenti vari percorsi per runners e ciclisti, c’è l’omonimo museo, che custodisce oggetti e non solo, appartenuti alla casa reale dei Borbone.

Originariamente era la riserva di caccia del palazzo reale di Capodimonte.Da qualsiasi porta si entri (porta grande o porta piccola) si trovano grandi viali che consentono di raggiungere comodamente il palazzo reale eretto nel 1700 ed iniziare il proprio percorso di jogging.
E’ comunque consigliabile organizzarsi in gruppo perché è abbastanza pericoloso addentrarsi in questi splendidi ed enormi viali.

Orari di apertura:

Ingresso libero

Ottobre, febbraio e marzo: apertura ore 7,45 e chiusura ore 18,00
Novembre, dicembre e gennaio: apertura ore 7,45 e chiusura ore 17,00.
Natale e Capodanno: apertura ore 7,45 e chiusura ore 13,40
Aprile, maggio, giugno, luglio, agosto e settembre: apertura ore 7,45 e chiusura ore 19,30.

  •  Pontile di Bagnoli

Ci troviamo a Bagnoli, patria del vecchio e immenso stabilimento in fase di dismissione dell’Italsider, una delle maggiori aziende siderurgiche italiane del XX secolo. Uno dei vecchi pontili, quello più a nord, è stato riqualificato diventando punto di ritrovo per tutti i corridori della domenica.Il pontile di Bagnoli è un ottimo posto di mare dove poter correre, visto l’affascinante panorama marittimo che potrete gustarvi lungo tutto il percorso.Si tratta di una località per la corsa diversa dalle altre, ma ugualmente tranquilla e fuori dal caos cittadino.

Il pontile è una struttura di cemento che si protrae per il mare per circa un chilometro,  è stato inserito tra i siti del Maggio dei Monumenti di Napoli.
L’illuminazione della struttura è stata realizzata con luce soffusa irradiata in direzione superiore dal basso ad illuminare i pilastri, ed in direzione inferiore con lampioni per illuminare il percorso. La parte finale, l'”isola”, è caratterizzata da un ponticello che la collega al pontile vero e proprio e da una rosa dei venti che  indica alcune località che si incontrerebbero ipotizzando un viaggio virtuale verso le direzioni della bussola.

Lungo tutto il percorso è possibile ammirare il panorama offerto dal Golfo di Pozzuoli, l’isolotto di Nisida, Capo Miseno e le isole di Procida e Ischia.

Oltre a fare jogging è possibile svolgere anche altre attività come passeggiare, leggere un libro o semplicemente prendere un po’ di sole stando seduti praticamente in mezzo al mare.

Orari di apertura:

Ingresso libero

  • 1 ottobre – 31 ottobre   7,30-19,30
  • 1 novembre – 31 marzo    7,30-17,30
  • 1 aprile – 30 aprile            7,30-19,30
  • 1 maggio – 30 giugno      6,30-22,00
  • 1 luglio – 30 settembre  6,30-23,00

Tutti i lunedì l’apertura è posticipata alle ore 12,30 per consentire lo svolgimento delle attività di pulizia e manutenzione del pontile.

Come arrivarci:

Metropolitana linea 2: scendere alla fermata Bagnoli
Da piazzale Tecchio: autobus C1, scendere in Via Coroglio

Mezz’ora prima della chiusura non è più possibile accedere alla struttura

  •    Il lungomare di via Caracciolo

Via Caracciolo è la lunga e larga passeggiata di Napoli: un lungomare che parte da Mergellina e arriva a Piazza Vittoria, fiancheggiando la Villa Comunale e la Riviera di Chiaia.

Il Golfo di Napoli da una parte, con Castel dell’Ovo e la città dall’altra: sono circa 3,8 km, da Largo Sermoneta fino all’incrocio con Via Cesario Console, da cui si può raggiungere piazza del Plebiscito. Solitamente strada a scorrimento veloce, ma i suoi ampi marciapiedi permettono di fare lunghe passeggiate, fare sport e respirare aria di mare. Nel periodo estivo sicuramente è molto piacevole fare jogging nel tardo pomeriggio dove sarà possibile ammirare gli splendidi colori del tramonto che si riflettono su tutto il panorama della città.

Dopo la corsa è possibile fare stretching sui prati della Villa Comunale.
E’ consigliabile evitare i momenti di maggior affollamento, come la domenica mattina quando la strada (chiusa al traffico) si popola di  famiglie, bambini, saltimbanchi, artisti di strada, mercatini e sportivi….naturalmente!



Comments to I posti migliori dove correre a Napoli

  • ua bellissimo

    Martina Lombardi 15 aprile 2014 9:58 Rispondi
  • Ti sei dimenticata della villa Floridiana al Vomero e del parco degli Astroni ad Agnano ….informiamoci meglio la prossima volta eh?

    stefania 3 maggio 2016 15:37 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu