Doppio ciclone in arrivo, tempeste e forti raffiche di vento su Napoli

Grande Napoli
Vota questo articolo

Secondo l’antica tradizione popolare i giorni 29, 30 e 31 sarebbero i più freddi dell’anno anche se, dal punto di vista climatologico italiano, il periodo in assoluto più gelido cade a cavallo tra la seconda e la terza decade di Gennaio.
Secondo la leggenda, tanto tempo fa, quando i merli erano bianchi, accadde che una merla, per ingannare Gennaio che regolarmente la maltrattava con il freddo e il cattivo tempo, fece scorta di cibo e decise di restare nascosta con tutta la sua famiglia per tutto il tempo. Uscì solo l’ultimo giorno del mese, che allora durava 28 giorni, deridendo Gennaio per essere riuscita a sottrarsi alla sua gelida morsa. Gennaio, infuriato, chiese a Febbraio 3 giorni in prestito e scatenò una bufera di neve e gelo, costringendo l’incauta merla a ripararsi dentro un camino diventando, da allora, più cauta e con le piume nere per la fuliggine.

Ma i prossimi giorni rispetteranno la tradizione e saranno i più rigidi dell’anno? Non proprio, tuttavia non mancheranno fasi instabili e perturbate da Nord a Sud a causa del passaggio di almeno due vortici depressionari, in discesa dal Nord Europa.

Partendo dalla giornata di Mercoledì 30 Gennaio, ci aspettiamo nevicate fino al piano tra Piemonte, Lombardia. Anche sulla città di Milano sono attesi fiocchi con la possibilità di accumulo di qualche centimetro. Non è escluso che i fiocchi possano scendere fin sulle coste della Liguria, grazie anche all’azione della Tramontana scura, come è accaduto nel corso dell’ultimo peggioramento. La perturbazione poi scivolerà verso il resto dell’Italia portando rovesci e temporali, localmente intensi, in particolare su Toscana, Lazio, Campania, Calabria e sulle due Isole maggiori. Prestare attenzione anche ai forti venti di Maestrale che spazzeranno le coste di Sardegna e Sicilia con il concreto rischio di mareggiate. In serata neve copiosa sull’Emilia Romagna specie tra Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna dove entro la fine dell’evento si potranno accumulare fino a 10 cm.

Dalla sera di Giovedì 31 Gennaio una seconda e più vasta perturbazione colpirà l’Italia. Date le temperature molto basse sussiste il pericolo NEVE, con precipitazioni che potranno risultare abbondanti anche in Pianura, specie tra Piemonte e Lombardia, con accumuli oltre i 20 cm sui rilievi. Col passare delle ore però l’azione dello Scirocco trasformerà i fiocchi in pioggia con rovesci intensi in particolare sulla Lombardia Orientale, Emilia Romagna e Veneto, a partire dal pomeriggio di Venerdì 1 Febbraio. Sul resto dei settori nord-occidentali la neve potrebbe continuare a cadere fino alla sera risultando essere l’evento nevoso più importante degli ultimi anni.
Sull’arco alpino centro-orientale sono attese nevicate abbondantissime, fino a quasi metro nel giro di 24 ore, oltre gli 800/1000 metri di quota.
Il maltempo insisterà inoltre sulla Liguria di Levante e sui settori tirrenici dove sono attesi temporali molto violenti con possibilità di locali nubifragi e allagamenti in particolare sulla Versilia. Tempo perturbato con piogge e rovesci anche su Lazio, Umbria, Campania e Sardegna.



Comments to Doppio ciclone in arrivo, tempeste e forti raffiche di vento su Napoli

  • QUESTE LEGGENDE LOCALI CI RIPORTANO AI VECCHI E SOSPIRATI TEMPI DI GIOVENTU’ QUANDO CREDENZE E LEGGENDE CI SUPPORTAVANO A LUNGO VICINO AI CAMINI DI DEAMICISSIANA MEMORIA !

    Avatar PIERA 31 Gennaio 2019 18:26 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu