Domenica bestiale a Napoli, caldo record

Grande Napoli

L’Alta pressione di matrice sub tropicale continua a soggiornare sul nostro Paese con il suo carico di caldo e di elevata umidità. Dopo un sue effimero cedimento, ecco che tornerà a fare la voce grossa con l’intento di proporci una Domenica bestiale, rovente e anche piuttosto afosa. Per chi sarà costretto a rimanere nelle grandi Città, la giornata sarà davvero pessima dal punto di vista climatico specialmente sulle regioni settentrionali e quelle centrali dove si continueranno ad avere temperature davvero elevate per il periodo ed l tutto condito anche da un elevato tasso di afa.

Le Città più calde saranno ancora una volta quelle del Nord Ovest dove si torneranno a toccare punte prossime ai 37-38 gradi come ad Alessandria ed Asti.Al Centro fra le Città più calde ed afose troveremo Firenze e Prato con valori molto simili ed altresì nelle aree interne della Sardegna. Andrà solo un po’ meglio invece in Città come Roma e a scendere su gran parte del Sud dove i termometri non andranno oltre i 34-35 gradi.

 

Per chi avrà la fortuna di scappare dalle roventi ed afose metropoli, potrà trovare sicuramente più sollievo nelle località marittime dove le temperature, mitigate sempre dall’influenza del mare, risulteranno sicuramente più basse. Alcuni esempi? Genova, con i suoi 25-26 gradi, Trieste 32°C, Venezia 31, Rimini e Ancona 30°C. Sul versante opposto troviamo Ostia anch’essa con 30°C e a scendere Reggio Calabria a 31°C ma anche sul resto del Sud le coste avranno temperature sempre meno calde rispetto all’interno.

 

Chi invece vorrà godere di un clima un po’ più salubre, ecco che lo aspetta la Montagna. Nonostante anche sui rilievi, specialmente quelli del Nord, i valori termici saranno fortemente superiori alla media del periodo, avremo comunque modo di apprezzare una qualità dell’aria decisamente diversa grazie al tasso di umidità nettamente inferiore e di conseguenza una sensazione di afa a livelli molto più bassi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu