Disney Plus e non solo: è l’ora dello streaming, in tutti i sensi

Grande Napoli

Negli anni la tecnologia ha permesso al genere umano di compiere svariati passi in avanti, e l’ultimo decennio in tal senso è stato indicativo. Ogni campo ha vissuto la propria svolta digitale, dallo shopping al lavoro agile, passando anche per il gaming. E non potremmo non citare la televisione, che ha subito cambiamenti che hanno quasi del clamoroso, se si pensa a pochi anni fa. In tal caso è d’obbligo rendere merito allo streaming, con tutta probabilità una delle rivoluzioni più massicce nel mondo videoludico. Attualmente possiamo infatti contare su numerose piattaforme di streaming, dal “vecchio” Netflix fino all’ultimo arrivato: Disney Plus.

 

Le ultime novità sul fronte streaming

 

Da Netflix a Disney Plus, il passo non è stato poi così breve, e la rivoluzione dello streaming comunque è appena agli inizi. L’esordio della piattaforma firmata Disney non ha fatto altro che certificare una verità: la tv in streaming piace a milioni di italiani, disposti a sottoscrivere più di un abbonamento, pur di godersi tutte le novità e i grandi classici del cinema, on demand e su qualsiasi dispositivo, domestico o mobile. Va però detto che la Tv classica ancora oggi resiste, perché si tratta di un’abitudine radicata in molte famiglie. Il suo pensionamento non avverrà a breve, ma si pensa che nel 2021, per la prima volta, la tv in streaming via web nella Penisola dovrebbe superare quella tradizionale. Chiaramente il merito va alla grande abbondanza di opzioni, in termini di piattaforme video: più sale la concorrenza, più i portali di streaming devono alzare il livello qualitativo della propria offerta, per evitare di perdere terreno e fette di mercato. Da questo punto di vista, l’arrivo della piattaforma di casa Disney ha scosso ancor di più le fondamenta.

 

Come sfruttare al meglio lo streaming

 

Sì allo streaming, a patto di sapere come sfruttarlo al meglio, per evitare problemi come il buffering e il “freeze” dei fotogrammi durante la visione. In primo luogo bisogna dotarsi di una connessione Internet a casa di ottimo livello, cercando anche sui siti web degli operatori le offerte migliori. Serve un collegamento performante e stabile, oltre che illimitato, per godere di uno streaming costante nel flusso, e senza pensare ai giga rimanenti. In secondo luogo, è importante curare un fattore come la propagazione del segnale: i muri possono fare da barriera, quindi in caso di problemi con il wifi è possibile acquistare un ripetitore. Inoltre, conta anche la dotazione in termini di hardware: una smart tv è dotata di modulo wifi, quindi può connettersi da sola al web, e permette di sfruttare le app di streaming (proprio come uno smartphone). Di contro, anche una tv senza wifi può essere connessa, sfruttando device come l’Amazon Fire Stick.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu