De Luca in diretta FB: no alla movida e un ritocco agli orari per la ristorazione a domicilio

Valentina Cosentino

 

Una nuova diretta del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che fa ancora una volta il punto sulle misure in corso per la ripresa delle attività lavorative nella fase 2.

 

Tra gli argomenti la ripresa delle attività economiche per le quali ribadisce che non subirà le pressioni di nessuno, ma saranno di guida solo i numeri dei contagi.

 

E tra le attività economiche della movida. Con la sua pratica capacità comunicativa cui ci ha ormai abitati  il presidente è in questo senso lapidario:  “Mi hanno mandato delle lettere… ma con queste decisioni non è che possiamo riprendere la movida… la mia risposta è semplice, ma tu sei scemo o sei buono? cioè riprendiamo la movida? C’è gente che si è bevuto il cervello e che non ha capito fino in fondo che no riprendiamo in un contesto di prudenza e di tutela rispetto ai pericoli di ripresa di contagio.  Quindi rispetteremo i  bisogna rispettare i protocolli di sicurezza previsti per leattività economiche.”

Il presidente in questo senso, come è giusto, è dunque rigido e ribadisce  che al momento bisogna rispettare il distanziamento sociale.

 

Sulla ripresa domiciliare dei servizi di ristorazione ricorda la ripresa del servizio da lunedì ma che già domani saranno fatti degli aggiustamenti sugli orari di servizio pur mantenendo  lo schema dell’ordinanza.

 

Si aspetta poi di redigere un nuovo piano in attesa di avere le nuove direttive da parte del governo.

 

Tra le misure economiche fin qui intraprese ricorda le misure sui contributi alloggiativi e su quelli concessi alle imprese per il quale sono arrivate già circa 90.000 richieste che dovrà attendere l’approvazione dall’Unione Europea per l’erogazione. 50.000 sono le richieste dei professionisti da validare.

 

Tanti i temi più trattati tra cui ricordiamo di seguito i principali.

 

Il presidente si esprime sulle elezione Regionali, che devono essere fissate entro una determinata finestra temporale a cura del presidente della Regione, afferma che bisognerà concordare una data d’intesa con il Ministero della Salute e invita a prendere tale decisione a fine maggio per una data già a luglio qualora il contagio lo consentisse.

 

Ricorda quindi come procederà la campagna di screening per tenere sotto controllo eventuali nuovi contagi a partire dal personale medico e sanitario e quindi sui familiari di chi era stato contagiato, screening che partirà già da lunedì.

A proposito dei test arriverà il 29 Aprile la validazione dell’Istituto Superiore di Sanità che garantirà quali di siano affidabili.

 

Parla poi delle mascherine che stanno distribuendo gratuitamente ai cittadini che sono riutilizzabili e lavabili.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu