Dantedì, online dalla Biblioteca di Napoli il miniato medievale della Commedia

Sveva Di Palma

I 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, il poeta sommo, saranno festeggiati con il Dantedì. Una giornata di manifestazioni, iniziative – purtroppo online – dedicate all’autore geniale della Divina Commedia. Dunque, Napoli, che abbraccia e culla la cultura dantesca non poteva non lanciarsi in progetti di ogni genere. Tra passeggiate virtuali sul Fusaro, l’ uovo di Pasqua gigante di Gay-Odin dedicato a Dante, il Dantedì napoletano è da non perdere. La Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III di Napoli in occasione del  “DANTEDì 2021” presenta o​n line nella sua teca digitale un prezioso miniato della Commedia. Il codice, uno dei più antichi rinvenuti, è datato 1350-1375. 

 

La digitalizzazione nuova, in alta risoluzione, permette uno studio attento della miniatura italiana del ‘300. Inoltre, la precisione con cui l’opera risulta studiabile apre le possibilità ad una analisi dettagliata. Sorprendente la qualità dei 76 disegni a penna che raffigurano la narrazione della Commedia. La miniatura, per quanto incompleta, fornisce un’affascinante panoramica nella pratica miniaturistica e una testimonianza della presenza di Dante come poeta nazionale. Un poeta civile, un bene che accomuna tutti gli italiani, patrimonio condiviso.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu