Damien Rice ed Escif in Campania per la più grande opera d’arte mai realizzata per la riforestazione

Valentina Cosentino
Damien Rice ed Escif in Campania per la più grande opera d’arte mai realizzata per la riforestazione
Vota questo articolo

Una grande opera d’arte sulle pendici del Monte Olivella in nome della riforestazione.

Lo street artist Escif ha ideato la più grande opera d’arte mai realizzata in Europa. Si tratta di un’opera per una causa dalle forti connotazioni sociali ed ecologiste: la riforestazione del Monte Olivella in Campania.  Avrà una superficie pari a 17 campi da calcio ed è appena partita la campagna di crowdfunding per realizzarla.

Sarà un’opera che segue i ritmi della terra e del tempo: si rinnova, rinasce e si ricarica proprio come una batteria, il titolo è, appunto Breath – Tempo di ricarica, e sarà formata da cinquemila alberi, raffigura, appunto, il ciclo energetico di una batteria con il mutare dei colori, nella presenza delle foglie e nella loro assenza. Sarà verde in primavera ed estate, rosso in autunno, completamente spoglia in inverno.
L’ideatore è l’artista spagnolo Escif e sarà curata da Antonio Oriente dell’associazione Incipit, con l’intento provocatorio di sollecitare la riforestazione del Monte Olivella, nel Golfo di Sapri. Il progetto sarà realizzato nel corso dei prossimi tre anni grazie al crowdfunding sulla piattaforma Indiegogo – appena avviata e della durata di due mesi. Tra i principali contributori c’è  il cantante irlandese Damien Rice che si esibirà a Napoli per la prima volta nella sua carriera il prossimo 19 maggio al Teatro Acacia in concerto esclusivo i cui proventi andranno tutti a sostegno della campagna ecologista.

Il Monte Olivella

Il Monte Olivella, che sovrasta il Golfo di Sapri, fu parzialmente disboscato a metà del ‘700 e diventa, con tutti i conseguenti fenomeni di dissesto idrogeologico, uno dei simboli, su scala locale, della necessità di salvaguardia della terra . Escif , su una superficie di 120mila metri quadrati, pianterà 2500 lecci e 2500 aceri opalo  per riportare sul Monte una nuovo equilibrio.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu