Cumana: rinasce dall’arte la stazione di Agnano

Valentina Cosentino

 

Dopo due anni di degrado è stata inaugurata la nuova stazione della Cumana di Agnano Terme.

 

Il restyling è la prima delle tre opere che costituiscono il progetto “Operazione Trasparenza” finanziate da EAV con i fondi ottenuti da EAV in sede legale come risarcimento per illeciti commessi in passate gestioni.

 

Si è trattato di un importante recupero architettonico che vede la collaborazione tra EAVEnte Autonomo VolturnoAccademia di Belle Arti di Napoli INWARD – Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana.

 

L’idea progettuale parte proprio dal concetto di trasparenza” che nelle tra stazione che saranno oggetto di intervento verrà declinato in base agli elementi che ricordano storicamente e geograficamente il posto: l’ acqua (stazione di Agnano Terme), l’aria (stazione Dazio) e la luce (stazione di Grotta del Sole – Monteruscello).

 

Il restyling della stazione di Agnano ha visto in prima fila l’Accademia di Belle Arti con la  Prof.ssa Rosaria Iazzetta e  la Prof.ssa Nera Prota, rispettivamente del corso di Scultura e del Corso di Scenografia.

 

In primo piano l’opera dipinta da Kerotoo sull’edificio centrale (con il coordinamento di INWARD Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana) che rappresenta l’acqua nella sua suggestione termale dall’antichità ad oggi.

 

 

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu