Covid, variante indiana: 2 casi sospetti a Napoli, l’Oms conferma maggiore trasmissibilità

Una nuova minaccia, sono in corso gli accertamenti di verifica al Cotugno di Napoli.
Intanto l'OMS si pronuncia sul livello di contagiosità più elevato rispetto alle altre forme del virus.

News
Articolo di , 28 Apr 2021

Una variante del virus che sta causando un vero flagello nel paese di origine, l’India.

Sono stati confermati i 2 casi a Bassano, in provincia di Vicenza, i primi 2 in Italia, con ambo gli interessati di ritorno dalla Penisola Indiana dove avevano partecipato alla festa induista del Kumbh Mela, che si è svolta con un pellegrinaggio sul Gange.

Aumentano intanto le preoccupazioni alla luce di sospetti anche nel Lazio, dove è in corso una vera e propria indagine epidemiologica nell’area del sud pontino, volta a tracciare circa 300 casi di persone rientranti dall’India, e come tali possibili soggetti a rischio per questo tipo di infezione.

E nel frattempo sono emersi 2 casi sospetti a Napoli. Proprio in queste ore è atteso l’esito del sequenziamento da parte del Cotugno su questi pazienti. A renderlo noto è l’agenzia Ansa.

I due soggetti hanno rispettivamente 77 e 9 anni. Non sono parenti, e nessuno dei due si è recato recentemente in India. Né tanto meno vi è stato uno stretto contatto con soggetti provenienti da questo Paese.

I tamponi su di loro effettuati hanno innescato il sospetto, con la procedura successiva di sequenziamento, tuttora in corso di svolgimento.

Intanto, grazie all’intervento dell’Asl Napoli 1, si è rilevata la negativizzazione sia dei due pazienti, che dei loro contatti più prossimi.

In parallelo, rispetto al tema di una maggiore trasmissibilità, si è pronunciata l’OMS, che ha esplicitamente indicato il maggior potenziale di diffusione di questa specifica variante del virus: “La variante indiana B.1617 del Coronavirus ha un tasso di crescita più elevato rispetto ad altre varianti circolanti in India, suggerendo un potenziale aumento della trasmissibilità.”

La medesima Organizzazione sottolinea l’urgenza e la necessità di ulteriori studi per comprendere a fondo e nel dettaglio tutte le caratteristiche di questa specie specifica del virus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...