Cosa rappresentano i semi delle carte napoletane?

Hanno origini antichissime e colorano le tavole durante le serate in famiglia e tra amici sin dalla notte dei tempi. Parliamo delle carte napoletane e della loro affascinante storia.

Tradizioni e Curiosità
Articolo di , 14 Mar 2022
5116

Le carte napoletane ricoprono un ruolo fondamentale nel folklore della città all’ombra del Vesuvio. Dai giochi che, da secoli, intrattengono famiglie e gruppi d’amici, affollano i bar e diventano mezzi di aspre scommesse, agli spettri più misteriosi della cartomanzia. Le carte napoletane si distinguono da quelle francesi non solo per dimensioni e metodi di gioco differenti, ma anche per colori e immagini. Il simbolismo dietro i semi delle carte napoletane affonda le radici in una storia antichissima; un vero e proprio viaggio nel profondo oriente.

La storia dei semi delle carte napoletane 

Le carte da gioco si diffusero sul territorio europeo durante il Medioevo. Furono dei commercianti arabi che, dopo aver appreso il culto delle carte dalle civiltà indiane e cinesi, le portarono in Europa come merce in vendita. Le prime carte furono impiegate per l’insegnamento morale e civico, fino ad arrivare alle nozioni universali. Le carte napoletane, nella loro versione definitiva, giunsero in Campania durante la dominazione spagnola.

Stando alle teorie più accreditate, i semi delle carte napoletane rappresenterebbero le classi sociali del Medioevo: coppe per il clero, spade per i soldati, bastoni per i contadini e denari per i mercanti. La simbologia delle carte napoletane proverrebbe dai mazzi dei Mamelucchi, soldati d’origine turca al servizio del Saladino. Erano 4 i semi presenti nelle loro carte: dhiram per i denari, suyuf per le spade, jawkan per i bastoni e tuman per le coppe.

Il significato intrinseco dei semi 

Esistono interpretazioni di matrice esoterica o, se non altro, scaramantica per quanto riguarda i semi delle carte napoletane. Come sappiamo, era buona norma, specie in passato, ricorrere alla cartomanzia per scoprire le sorti del proprio futuro. Per questa ragione, alle carte fu attribuito un significato diverso da quello storico, un modo di interpretarle che si rifà allo spirito e alla magia:

  • Bastoni, simbolo profano che indica comando e dominazione virile. Immagine del padre e della potenza maschile, icona di fertilità.
  • Coppe: Simboleggiano la madre, l’attitudine intellettuale e, quando contenenti vino, estasi dionisiaca.
  • Spade: Figura religioso, quella a forma di croce simboleggia l’unione dei principi maschili e femminili.
  • Denari: segnano l’azione spirituale, riconducono alla trinità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...