Concorso regione Campania, nuovo bando per 650 assunzioni

Grande Napoli

«La Campania deve contare sulle proprie forze e con l’autorevolezza che deriva dai fatti. Se fai cose idiote, il consenso lo perdi. Se ti propongo un piano per il Sud e nessuno lo ascolta allora cambia poco. Abbiamo varato il nostro piano del lavoro. L’obiettivo è di far lavorare 10mila ragazzi della Campania. L’obiettivo è di mandare a lavorare entro novembre, i tre mila giovani che stanno partecipando al concorsone. A fine settembre un secondo concorso per 650 assunzioni al centro dell’impiego. A gennaio un secondo concorso nella speranza che altri comuni chiedano aiuto alla Regione per altre assunzioni». L’annuncio di un secondo concorso, il governatore Vincenzo De Luca lo lancia durante la trasmissione «Barba e Capelli»

 

Il nuovo bando è in fase di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale riguarda l’assunzione di 650 nuove risorse da inserire presso i centri per l’impiego della regione CPI, la pubblicazione del bando sarebbe questione di giorni come annunciato dal Governatore De Luca.

 

Vediamo di seguito quali saranno i requisiti generali per accedere al suddetto bando:

  • cittadinanza italiana, cittadinanza in uno degli Stati membri dell’Unione Europea e loro familiari in possesso di un regolare titolo di soggiorno oppure cittadini di Paesi Terzi titolari del permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo, dello status di rifugiato o dello status di protezione sussidiaria;
  • per i cittadini di altri Paesi, è richiesta un’adeguata conoscenza della lingua italiana;
    età non inferiore a 18 anni e non aver superato il limite massimo per il collocamento a riposo d’ufficio;
  • idoneità fisica all’impiego, con accertamento dall’Amministrazione competente in linea con quanto stabilito dalla normativa vigente;
  • godimento di diritti civili e politici nello stato di appartenenza o provenienza;
    non essere esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • avere buona condotta e qualità morali;
  • non essere stati destituiti, dispensati per insufficiente rendimento o dichiarati decaduti da un impiego pubblico;
  • non aver riportato condanne penali o procedimenti penali che impediscano la costituzione del rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione;
  • non aver subito condanne penali, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati indicati nel capo I, titolo II del Codice Penale ai sensi dell’art. 35 bis del D.Lgs. 165/01;
  • per i candidati di sesso maschile nati entro il 31/12/1985, essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva.

Per i requisiti specifici per le singole posizioni professionali è necessario attendere la pubblicazione del bando in gazzetta ufficiale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu