Concorso MIUR: 258 posti disponibili per lavorare nella scuola

Grande Napoli
Concorso MIUR: 258 posti disponibili per lavorare nella scuola
Vota questo articolo

Occasione da non perdere. ecco i requisiti per partecipare!

Il MIUR, Ministero dell’Istruzione, ha pubblicato 2 bandi per la copertura di ben 258 posti di lavoro per Funzionari e Dirigenti Amministrativi. La Legge di Bilancio 2018, infatti, ha autorizzato il MIUR areclutare personale per svolgere attività amministrative e burocratiche.

La data di scadenza dei nuovi concorsi MIUR, inizialmente fissata per il 27 aprile, è stata prorogata al giorno 11 maggio 2018.

In base a quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2018, il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca ha indetto un concorso per l’accesso al ruolo di Funzionario Amministrativo – Giuridico – Contabilee un bando per accedere a quello di Dirigente Amministrativo. I nuovi concorsi pubblici MIUR sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4ª Serie Speciale Concorsi ed Esami n. 25 del 27 marzo 2018.

I nuovi bandi MIUR hanno lo scopo di reclutare ben 258 unità di personale, per le cui assunzioni sarà utilizzato il piano straordinario di reclutamento predisposto dal MIUR.  sono stati stanziati . Questo è quanto indicato nei commi da 607 a 613 dell’Articolo 1 del provvedimento legislativo, che prevedono lo stanziamento di circa 846.171 Euro per il 2018 e di oltre 10.154.000 Euro l’anno a partire dal 2019 per assumere queste nuove figure.

POSTI A CONCORSO

I nuovi bandi per lavorare nella Scuola sono finalizzati, nello specifico, alla copertura di 253 posti di lavoro nel profilo professionale di Funzionario, area III, posizione economica F1, e 5 posti in quello di Dirigentedi seconda fascia. Le assunzioni MIUR saranno effettuate mediante contratti a tempo indeterminato, con orario lavorativo full time, presso gli uffici dell’Amministrazione centrale e periferica del Ministero.

Per quanto riguarda il bando per Funzionari Amministrativi – Giuridici – Contabili, i 253 inserimenti saranno così articolati, in base alle sedi di riferimento:

  • n. 50 – Amministrazione Centrale (Roma);
  • n. 7 – Abruzzo;
  • n. 4 – Basilicata;
  • n. 8 – Calabria;
  • n. 19 – Campania;
  • n. 10 – Emilia Romagna;
  • n. 5 – Friuli Venezia Giulia;
  • n. 9 – Liguria;
  • n. 12 – Lazio,
  • n. 30 – Lombardia;
  • n. 7 – Marche;
  • n. 4 – Molise;
  • n. 16 – Piemonte;
  • n. 15 – Puglia;
  • n. 9 – Sardegna;
  • n. 17 – Sicilia;
  • n. 12 – Toscana;
  • n. 5 – Umbria;
  • n. 14 – Veneto.

ATTIVITA’

I concorsi del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca hanno lo scopo di selezionare candidati dotati di competenze professionali di natura amministrativa, giuridica e contabile. I vincitori saranno impiegati, infatti, per potenziare le funzioni istituzionali di supporto alle istituzioni scolastiche autonome dell’Amministrazione centrale e periferica del MIUR. Ciò allo scopo di ridurre gli adempimenti burocratici a carico scuole e per svolgere attività che richiedono competenze tecniche specialistiche che non si trovano facilmente all’interno delle istituzioni scolastiche, ad esempio per gestire il contenzioso.

REQUISITI

Possono partecipare ai bandi 2018 MIUR i candidati in possesso dei seguenti requisiti generali:

– cittadinanza italiana, dell’UE o di Paesi Terzi, in questo caso solo se ricorrono le condizioni di cui all’art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, come modificato dall’art. 7 della legge 6 agosto 2013, n. 97;
– godimento dei diritti civili e politici;
– Laurea triennale (L)Diploma di Laurea (DL), oppure Laurea Specialistica (LS), oppure Laurea Magistrale (LM);
– idoneità allo svolgimento delle mansioni previste;
– posizione regolare rispetto agli obblighi di leva;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile, ovvero licenziati;
– assenza di condanne penali con sentenza passata in giudicato per reati ostativi all’assunzione presso una pubblica amministrazione.

Per la posizione di Dirigente Amministrativo, i candidati devono, inoltre, trovarsi in una delle seguenti condizioni:
– dipendenti di ruolo delle pubbliche amministrazioni, con almeno 5 anni di servizio o, se in possesso di dottorato di ricerca o diploma di specializzazione, con almeno 3 anni di servizio, in posizioni funzionali per accedere alle quali è necessario aver conseguito un dottorato di ricerca o il diploma di laurea. La durata del servizio è ridotta a 4 anni per i dipendenti delle amministrazioni statati assunti a seguito di corsi – concorsi riservati a laureati;
– Dirigenti presso enti e strutture pubbliche che non rientrano nel campo di applicazione dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, laureati e con almeno 2 anni di servizio nella posizione dirigeziale;
– aver ricoperto incarichi dirigenziali o equiparati in amministrazioni pubbliche per almeno 5 anni;
– aver maturato almeno 4 anni di servizio continuativo, presso enti od organismi internazionali, in posizioni funzionali apicali che richiedono il diploma di laurea per l’accesso.

Per ulteriori dettagli sulle caratteristiche richieste ai candidati si rimanda a quanto specificatamente indicato in ciascun avviso pubblico di selezione.

DOMANDE

Le domande di partecipazione devono essere presentate attraverso l’apposita applicazione online, raggiungibile da questa pagina, entro il 11 maggio 2018.

Le domande di partecipazione possono essere compilate esclusivamente utilizzando procedure di identificazione telematica. Dunque, chi desidera partecipare ai bandi MIUR deve dotarsi delle credenziali di accesso al sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o, in alternativa, della firma digitale, se già non le possiede.

Per accedere al modulo telematico per compilare e inviare la domanda, occorre selezionare la voce ‘Le tue domande’ in corrispondenza del concorso MIUR di interesse, oppure cliccare su ‘Bando’ per visualizzare l’area riservata alla selezione pubblica, e ‘Gestisci le domande’, e registrarsi o inserire le proprie credenziali SPID. All’interno della sezione web riservata a ciascun bando, è disponibile anche una guida per compilare le istanze. Una volta compilato, il form online va sottoscritto, mediante firma digitale o credenziali SPID. La mancanza della sottoscrizione determina l’irricevibilità della domanda.

 

E possibile inoltrare domande entro l’11 maggio 2018.

Prima di inoltrare la domanda ti consigliamo di leggere con attenzione il bando di concorso e poi anche la guida alla compilazione della domanda.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu