Come sarà la stazione Metro di Capodichino? Dalla scala elicoidale all’ispirazione dal Pozzo di San Patrizio

Il progetto della metro di Capodichino prende ispirazione da una splendida costruzione di Orvieto: sarà bellissima!

News
Articolo di , 06 Dic 2023
1438
Foto Webuild

La stazione della metro di Capodichino assume fattezze sempre più chiare – e sicuramente gradite – al popolo napoletano. La funzionalità e la bellezza si fondono per creare il primo collegamento diretto tra porto, aeroporto e rete ferroviaria in città.

Non solo utilità, il progetto si ispira anche esteticamente ed artisticamente con il chiaro scopo di fondere più piani in una sola opera. Ecco i primi dettagli dell’ attesa stazione!

Bar Stella chiude, l'ultima puntata dello show va in onda stasera

Metro Capodichino, un progetto che fonde viabilità cittadina e estetica

Foto Webuild

I tempi per vedere la metropolitana di Capodichino finita e aperta sono ancora lunghi: bisognerà aspettare il 2025. Nel frattempo, si può immaginare come sarà imparando a leggere e conoscere il progetto.

La tratta Centro Direzionale – Capodichino prevede 4 fermate aggiuntive (Centro Direzionale, Tribunale, Poggioreale, Capodichino) con tre km di gallerie e corsie di interscambio in corrispondenza di Centro Direzionale, Poggioreale e Capodichino. Il progetto, curato da Webuild per il Comune di Napoli, è creato dalla RSHP di Londra, e sarà gestito dalla ANM Azienda Napoletana Mobilità.

Il progetto è descritto nel dettaglio sul sito di Webuild: “I progettisti si sono ispirati al Pozzo di San Patrizio, lo scavo profondo 54 metri costruito a Orvieto, in Italia, nel XVI secolo. E a guardarla dal fondo, l’impressione è di trovarsi nel mezzo di un’elica che corre verso il cielo, con le scale che si muovono sinuose verso l’alto, proprio come a Orvieto“. La pianta della stazione è di circa 50 metri e ha un atrio a vista sulla strada. La circolarità dell’omega è un solo spazio aperto con otto ascensori al centro e 4 scalinate di forma elicoidale.

Il tutto, è sovrastato da una copertura ad hangar, dell’altezza di dieci metri dal manto stradale e composta da calcestruzzo, vetro e acciaio.

Importante sottolineare lo scopo green della stazione, oltre 250.000 metri cubi di terre, infatti sono stati spostati per essere  riutilizzati nei confini della città di Napoli, in ex cave di tufo a scopo di riqualificazione territoriale.

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...