Come nasce la Smorfia napoletana?

Come è nata una tradizione napoletana prima e italiana poi: la Smorfia

Tradizioni e Curiosità
Articolo di , 15 Mar 2022

90, ‘A paura.

33, Ll’anne ‘e Cristo.

25, Natale.

1, L’Italia.

I numeri della Smorfia napoletana sono davvero iconici e noti a tantissime persone.
Ma la storia che si nasconde dietro questa tipicità campana è decisamente meno nota.

La realtà dei fatti è che non si può risalire all’esatto momento in cui questo specifico linguaggio peculiare è nato. Si può però sicuramente provare a farsene un’idea.

La storia della Smorfia napoletana

L’origine della Smorfia risale a tempi davvero arcaici.

Tante sono le ipotesi che potrebbero verosimilmente far pensare che sia nata da una corrente appartenente a una porzione di mondo a noi lontana o da una filosofia a noi territorialmente più vicina. Le influenze, probabilmente, sono molteplici.

Dal nome e dall’argomento trattato si può comprendere con semplicità come quest’arte si rifaccia al dio dei sogni, Morfeo. Infatti la Smorfia è utilizzata da sempre col fine principale di interpretare il significato celato nei sogni. Questi ultimi vengono analizzati in ogni singola parte, al dettaglio, e vengono scomposti, pezzo per pezzo, senza perdere la visione d’insieme, secondo un meccanismo preciso. La Smorfia ha giustappunto creato una numerazione che sottende, contiene e concatena varie figure e varie casistiche della vita di tutti i giorni.

Si sospetta anche che la Smorfia sia ispirata alla Cabala ebraica, la quale fa uso dei numeri per svelare i significati reconditi della realtà apparente.

E si sostiene che esista un collegamento tra la nascita della Smorfia e l’uscita del primo libro sull’interpretazione dei sogni, scritto da Artemidoro di Daldi, un membro della civiltà greca. Il trattato dell’uomo, che cerca di andare oltre le immagini e le parole avvertite in sogno, ha dato il La a una sfilza di ulteriori approfondimenti sull’argomento.

La Smorfia e il Lotto

È uso che i numeri estrapolati dalle visioni oniriche grazie alla filosofia della Smorfia vengano poi successivamente giocati al Lotto.

Il gioco del Lotto genovese ha infatti contribuito alla definizione e alla crescita della Smorfia napoletana, dando un ulteriore input alle persone per approfondire i loro sogni, col fine poi di tentare la fortuna grazie a questi ultimi.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...