Choc in Campania, strangola la moglie e poi si uccide

Grande Napoli
Choc in Campania, strangola la moglie e poi si uccide
Vota questo articolo

Ha strangolato la moglie dopo una lite e poi si è tolto la vita impiccandosi al solaio dell’abitazione coniugale. L’omicidio-suicidio è avvenuto nel Casertano, a San Marcellino. A ritrovare i corpi dei genitori, Antonio Topa di 51 anni e Immacolata Stabile di 48 anni, sono stati i due figli della coppia rincasati nella notte dopo una serata con gli amici. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione e del Reparto Territoriale di Aversa che indagano.

Come riportato da repubblica Napoli, a dare l’allarme sono stati i figli, un maschio e una femmina, entrambi maggiorenni,  quando sono rientrati intorno alle due di ieri notte, alla fine di una serata passata tra amici. I due giovani hanno trovato la mamma in camera  da letto con evidenti segni di strangolamento.

Il corpo del padre, invece, era in un’altra stanza,  penzolava dal solaio dove si era impiccato. Secondo quanto ipotizzano i carabinieri, Antonio Topa avrebbe strangolato la moglie a  mani nude, al culmine di una lite forse per motivi passionali, poi, recuperato un laccio, l’ha legato a un solaio dell’abitazione e si è impiccato.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu