Chiude ipermercato alle porte di Napoli: lavoratori a rischio

Valentina Cosentino
Chiude ipermercato alle porte di Napoli: lavoratori a rischio
Vota questo articolo

E’ iniziata ieri mattina la protesta dei lavoratori dell’ipermercato di via Argine a Napoli. La società francese, infatti ha ceduito il punto vendita alla «Sole 365» senza alcun avviso a lavoratori  e sindacati e la chiusura è prevista per il 30 Aprile.

 

Alla notizia ieri è scattata l’astensione degli oltre cento lavoratori, sciopero che ha provocato la chiusura dell’ipemercato.

 

Si è recata sul posto l’assessore al Lavoro Sonia Palmeri della Regione Campania che si dice “indignata verso una notizia che sembra lasciare pochi margini di trattativa, stando al comunicato diffuso dall’azienda”.  L’assessore Palmeri, insieme al l’assessore alle Attività produttive Amedeo Lepore, chiederà “un tavolo presso l’unità di crisi nazionale per scongiurare l’ennesimo attacco al tessuto produttivo campano”.

Al fuibnco dei lavoratori si schiera in maniera decisa anche la direzione del sindacato UGL Campania che si dice allarmata per le modalità con cui è avvenuta la cessione.

Questa la nota ufficiale di Auchan:

In data odierna i vertici di Auchan Retail Italia hanno comunicato ai collaboratori e alle rappresentanze sindacali degli ipermercati di Napoli, in via Argine, e di Catania, in via La Rena, la decisione dell’azienda di interrompere l’attività commerciale nel corso del mese di aprile, per la gravissima situazione economica di questi punti vendita, già nota da tempo. Nel caso dell’ipermercato di Napoli, l’azienda ha altresì annunciato di aver definito un accordo preliminare per affittare il ramo d’azienda alimentare ad un noto imprenditore locale. Questa operazione potrà garantire continuità occupazionale per una parte dell’attuale organico che sarà rilevata dal nuovo operatore. Con senso di responsabilità, l’azienda è impegnata a limitare gli impatti sociali, cercando di individuare le migliori soluzioni per ogni collaboratore. Pertanto, saranno attivate una serie di iniziative e si aprirà un tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali per entrambi i punti vendita. Dopo anni di continue perdite, nonostante gli sforzi dell’azienda per il rilancio commerciale dei due punti vendita, la situazione di questi due ipermercati non è più sostenibile. «La nostra forte convinzione è di voler consolidare la nostra presenza in Italia. Attualmente è in corso un processo di trasformazione fisica e digitale della nostra rete, con la convergenza sull’insegna unica e sviluppando la nostra strategia di marca» ha dichiarato Américo Ribeiro Direttore Generale Auchan Retail Italia.

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu