Chiude la Coop di via Arenaccia, 108 lavoratori a rischio

Grande Napoli
Chiude la Coop di via Arenaccia, 108 lavoratori a rischio
Vota questo articolo

Il quartiere si mobilità, il supermercato era molto frequentato

Chiude la Coop di Napoli – Arenaccia, lo stop era previsto per la fine di dicembre. Al momento i lavoratori continuano ad esercitare senza conoscere il loro futuro, Sono 108 i  lavoratori a rischio licenziamento. Da qualche giorno i dipendenti hanno allestito un banchetto informativo per i clienti al fine di far firmare loro la petizione da consegnare ai vertici aziendali.

Il piano industriale approvato da Unicoop Tirreno prevede la chiusura dei punti vendita di Santa Maria Capua Vetere e di Napoli in Via Arenaccia. La struttura di Napoli rischia di chiudere entro il prossimo 31 dicembre nonostante i lavoratori abbiano già sottoscritto un accordo sindacale con la proprietà rinunciando in sostanza ad una parte dello stipendio.

«Noi siamo qui da vent’anni a questa parte» dichiara Teresa ai microfoni de IlMattino, tra le dipendenti con più anni di servizio, «e proprio qui si sono formate decine di famiglie. Siamo in cinquantaquattro ad essere soggetti ad una pressione che ormai è diventata insostenibile. Non sappiamo più cosa ci riserverà il futuro e non siamo più in grado di progettare la nostra vita. C’è insicurezza anche su questa zona e sulla struttura che ci ospita da sempre».

«Ci sentiamo completamente in balia degli eventi» continua Teresa, «e del tutto impotenti rispetto ad una situazione che vediamo complicarsi ora dopo ora. Quello che chiediamo alla nostra azienda è solo chiarezza, anche perchè dopo tanti anni di lavoro non crediamo sia giusto trattarci in questo modo»

Il quartiere esprime solidarietà ai lavoratori ma bisogna ulteriormente sensibilizzare i vertici dell’azienda per un confronto costruttivo con le parti sociali per salvaguardare i posti di lavoro e scongiurare la chiusura del supermercato.

«La chiusura del punto vendita Coop di via Arenaccia è una sciagura che vogliamo evitare con tutti i mezzi- dichiara Paolo Russo, Deputato di Forza Italia – È una vicenda che fa capo direttamente ai diritti dei lavoratori e che riguarda un presidio di carattere sociale in un territorio difficile che rischia di assistere a veri e propri fenomeni di desertificazione. Pretendiamo dignità per il territorio, per i lavoratori e per i cittadini, per questo motivo giovedì presenteremo una interrogazione parlamentare con la quale chiederemo l’intervento diretto del Ministro del Lavoro e chiederemo quali misure si vogliono adottare per scongiurare la chiusura del punto vendita di via Arenaccia e l’eventuale consegna della struttura a soggetti privati».

 Di recente è stata fatta una raccolta firme, da parte dei lavoratori che in diverse occasioni hanno chiesto l’apertura di una trattativa con Unicoop Tirreno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu