Chatting, i bassi di Napoli “chiacchierano” con i famosi del mondo grazie a Roxy in the Box

Valentina Cosentino
Chatting, i bassi di Napoli “chiacchierano” con i famosi del mondo grazie a Roxy in the Box
4.5 (90%) 2 votes

Roxy in the box è una della rtiste napoletane più interessanti degli ultimi tempi, il suo strumento espressivo è la “POP ART e tutto ciò che risiede sulla superficie utilizzandone a pieno linguaggi ed icone. Annessa ad essa vi è un’altra componente che le permette di andare ben oltre la pop art stessa ovvero la riflessione, l’individuo e i suoi turbamenti, la sua sofferenza e la sua solitudine.” Così l’artista definisce la propria arte.

Ed è proprio partendo da questi principi che nasce il suo nuovo progetto: “Chatting” nei quartieri spagnoli. Un percorso con il quale Roxi si propone di animare i vicoli dei quartieri con una serie di stencil, che rappresentano alcuni personaggi  famosi seduti fuori i bassi di Napoli. Da Obama ad Amy Winehouse, ma anche Marina Abramovic e Artemisia Gentileschi.

L’artista ha inziato l’ultimo giorno di settembre il suo percorso artistico nel ventre di Napoli, con l’installazione dei suoi ritratti sui muri grazie anche a Salvatore Iodice,  che ha appoggiato e supportato l’iniziativa. L’artista e già da anni protagonista della rinascita culturale ed artistica dell’area. Il suo “Laboratorio Miniera” è  incentrato, infatti, sulla “riciclarte”, cioè il riciclo dei rifiuti per fini artistici.

Il progetto di Roxy si inserisce in un persoso di rinascita artistica della città attraverso la street art che in questi ultimi mesi ha assunto anche dimensione istituzionale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu