Cene gratuite in alcuni ristoranti campani per promuovere il pesce azzurro

Grande Napoli

Cene e happy hour gratuiti in 20 locali della Campania selezionati tra la rete Slow Food per promuovere il consumo del pesce “povero” o pesce di “scarto”. L’appuntamento è per mercoledì 27 e giovedì 28 novembre prossimi in virtù dell’iniziativa “Blu Fish 2019”, un progetto finanziato dalla Regione Campania con fondi europei Feamp e realizzato dall’Area Marina Protetta di Punta Campanella.

 

Per pesce “povero” si intende il pescato locale, “detto anche eccedentario, che si trova numeroso nei mari campani ma che troppo spesso – spiegano gli organizzatori in una nota – viene sottovalutato, scartato e addirittura ributtato in mare perché ha poco mercato. Ma che in realtà ha grandi qualità nutrizionali, è economico e fa bene anche all’ambiente. Consumarne di più – continua la nota – vuole dire, infatti, preservare altre specie che non sono altrettanto diffuse. Attraverso happy hour o cene preparate dagli chef, i partecipanti impareranno così a riconoscere quei prodotti della pesca buoni, freschi e a chilometro zero, evitando accuratamente di acquistare pesci sotto taglia e prediligendo il pescato locale. Un aiuto anche per la piccola pesca artigianale”.

 

Lo staff fornirà informazioni su come riconoscere e apprezzare i prodotti della pesca campana e con i referenti territoriali e regionali di Slow Food si discuterà di sostenibilità ambientale e di riduzione del consumo di plastica. Agli ospiti sarà regalata anche una borraccia in alluminio per l’acqua e un decimetro per misurare e scartare i pesci sottotaglia ai banchi delle pescherie.  Qui il link per conoscere i 20 locali che hanno aderito all’iniziativa.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu