Castellammare: Scoperta una cisterna del ‘600 sotto la piazza, si ferma il progetto del parcheggio

Paola Palmieri
Vota questo articolo

Un tesoro nascosto che riemerge sotto i ciottoli che formano il manto stradale di una delle piazze storiche della città.

 

Nel centro di Castellammare di Stabia è stata ritrovata una cisterna del XVII secolo a tre metri di profondità sotto il manto stradale.

 

La scoperta è stata fatta durante i lavori di realizzazione del parcheggio interrato in piazza Unità D’Italia nell’ambito della riqualificazione ferroviaria Eav-Comune, dove appunto è stata ritrovata una vasca con annessa scalinata, risalente al periodo compreso tra il 1600 e il 1700, probabilmente con la funzione di cisterna. Un tesoro che riemerge sotto i ciottoli che formano il manto stradale di una delle piazze storiche della città.  Gli scavi, continueranno e non è da escludere che la stratificazione degli insediamenti a Castellammare di Stabia possa riportare alla luce reperti di epoca romana, non distanti dalle ville d’otium della collina di Varano.

 

Nel frattempo, il progetto per la realizzazione del parcheggio è fermo, infatti la Soprintendenza ritiene che bisogna apportare una variante al Piano Urbanistico Territoriale (Put) prima di per poter approvare l’intervento su piazza Unità d’Italia, un’idea non condivisa dall’amministrazione comunale di Castellammare, che ritiene invece non necessaria la variante al Put. Nel frattempo continuano i saggi archeologici che potrebbero rivelare ulteriori dettagli sul passato della città di Castellammare con la scoperta di nuovi reperti.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu