Caserta: sindaco Marino contro gli stereotipi diffamatori e razzisti delle guida Feltrinelli

Valentina Cosentino
Caserta: sindaco Marino contro gli stereotipi diffamatori e razzisti delle guida Feltrinelli
Vota questo articolo
Ieri il sindaco di Caserta, Carlo Marino, ha diffuso la lettera che ha inviato al presidente del gruppo editoriale Feltinelli per cpntestare il lenguaggio lesivo ed offensivo oltre profondamente razzista usato nella guida turistica «Italia del sud e Isole» edita da Feltrinelli (la Easy Rough Guide, per la precisione).
Si legge nella guida a p. 83: “… In realtà il territorio subito a nord di Napoli è irrimediabilmente poco attraente, trattadosi per lo più di una distesa di sobborghi poco entusiasmanti. Quasi del tutto dominato dalla camorra e a volte chiamato triangolo della morte, non è un’area in cui soffermarsi; anzi la cosa migliore da fare è attraversarlo senza fermarsi e raggiungere Caserta, appena a Nord del suddetto territorio, ove un’ovvia attrazione è la grande Reggia con il suo parco…”
Non migliora quando si parla di Caserta stessa e addirittura della Reggia di Caserta, capolavoro assoluto dell’architettura mondiale: “…Caserta incongruamente circondata da una serie di complessi industriali e magazzini che si estendono fino a Napoli, è nota come la Versailles di Napoli per la sua vasta Reggia settecentesca, l’unica attrazione di questa città moderna per il resto anonimala Reggia è una struttura piuttosto monotona nella quale la dimensione supplisce all’ispirazione artistica…”.
Per tali parole il Sindaco ha dato mandato agli avvocati per procedere per le vie legali, ma ha voluto esprimere il proprio rammarico direttamente a Carlo Feltrinelli.
Questi alcuni estratti che oltre a ricordare come Caserta sia la centro della Terra di Lavoro, gode di bellezze artistiche, culturali ed ambientali uniche al mondo: ” ... Questa è “Terra di Lavoro”, terra felix, di opportunità, di risorse, di cui siamo tutti profondamente orgogliosi…E  sa che a comporre il sito patrimonio mondiale dell’Unesco della nostra città, accanto alla Reggia, ci sono il Belvedere di San Leucio, luogo di una bellezza incantevole nonché esempio di una straordinaria visione sociale ed economico-produttiva messa in campo dai Borbone, e l’Acquedotto Carolino, capolavoro di ingegneria idraulica frutto del genio del Vanvitelli? Lei probabilmente non sa che disponiamo di un Borgo medioevale, chiamato Casertavecchia, che costituisce l’antica città di Caserta, che è tra i meglio conservati d’Italia ed ospita ogni anno uno dei Festival più longevi ed importanti del Meridione.
Una difesa appassionata, insomma, oltre che della propria città di tutta una buona fetta della nostra incantevole regione che non merita le parole edite dal gruppo Feltrinelli.



Comments to Caserta: sindaco Marino contro gli stereotipi diffamatori e razzisti delle guida Feltrinelli

  • Non sempre chi vende la cultura la comprende.

    Carmine De francesco 23 agosto 2018 20:25 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu