Sembravano dei “bassi”, erano case del sesso. Nel pieno del centro di Napoli

Fabio Avallone
Sembravano dei “bassi”, erano case del sesso. Nel pieno del centro di Napoli
Vota questo articolo

Il viavai nei pressi di alcuni “bassi”, i classici seminterrati presenti in tante strade di Napoli, in vico Santa Caterina a Formiello, nei pressi della stazione centrale, deve aver insospettito qualcuno dell’Amministrazione comunale, oltre che alcuni residenti.

Così stamattina, dopo numerose segnalazioni, i vigili urbani dell’Unità Operativa San Lorenzo hanno svolto alcuni sopralluoghi ed hanno scoperto un vero e proprio mini quartiere a luce rosse.

Erano addirittura quattro, infatti, i locali adibiti a case di appuntamento. Gli agenti della Polizia Municipale, che hanno agito congiuntamente alla Polizia di Stato, hanno controllato 10 locali ed hanno posto sotto sequestro i quattro locali e denunciato i proprietari alla Magistratura.

Da controlli effettuati sono risultati falsi i contratti di locazione in cui gli immobili, accatastati come depositi, risultavano invece come normali abitazioni.

A quanto pare la centralissima strada risulta particolarmente idonea all’utilizzo hard, già nel marzo di quest’anno, infatti, durante una operazione analoga, vennero scoperte altre abitazioni utilizzate per gli incontri tra le prostitute e i loro clienti. In quella occasione furono identificate 25 persone di cui 18 extracomunitarie quasi tutte provenienti della Repubblica Dominicana e dalla Nigeria.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu