Capitale della Cultura 2022: due campane in corsa

Valentina Cosentino

 

Il titolo di capitale italiana della cultura è un prestigioso riconoscimento che  dal 2015 viene assegnato ogni anno dal MIBACT ad una città italiana dietro presentazione di uno specifico progetto di valorizzazione culturale.

 

Il titolo ha la durata di un anno e la città vincitrice riceve un milione di euro per la realizzazione del progetto presentato.

 

Il titolo vinto da Parma, capitale per il 2020 a causa dell’emergenza sanitaria è stato prorogato per tutto il 2021 e per il 2023 come solidarietà e gesto concreto per la rinascita per il 2023 il premio è già stato assegnato a Bergamo e Brescia.

 

E’ dunque ora in corso la gara per il 2022. Sono state annunciate le candidature e tra queste spiccano due campane: Procida e Castellammare di Stabia.

 

 

Il ministero ha reso noto l’elenco delle 28 candidate e  il 12 ottobre si conosceranno le 10 finaliste.  Il 12 Novembre sarà conclusa tutta la procedura con la proclamazione della vincitrice.

 

Queste le altre candidate:  AnconaArezzo; Arpino (Frosinone); Bari;Carbonia (Sud Sardegna); Cerveteri (Roma); Fano (Pesaro Urbino); Isernia; L’Aquila; Modica (Ragusa);Molfetta (Bari); Padula (Salerno); Palma di Montechiaro (Agrigento); Pieve di Soligo (Treviso); Pisa; San Severo (Foggia); Scicli (Ragusa): Taranto; Trani (Barletta Andria Trani); Trapani; Tropea (Vibo Valentia); Venosa (Potenza); Verbania (Verbano-Cusio-Ossola); Verona; Vigevano (Pavia); Volterra (Pisa).



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu