Capitale della cultura 2020: otto campane in gara

Valentina Cosentino
Capitale della cultura 2020: otto campane in gara
Vota questo articolo

Si è chiuso ieri il bando di concorso per candidarsi a diventare Capitale della Cultura nel 2020. Un riconoscimento importante per chi si candida che si impegna in tal modo a sviluppare una visione di sè che fa leva sul proprio patrimonio culturale.

Dopo il successo di Mantova nel 2016, di Pistoia per il 2017,  Palermo e Matera per il 2019 in lista per il 2020 si sono candidate ben 46 città tra cui otto campane: Agropoli, Aversa, Benevento, Capaccio Paestum, Caserta, Ravello, Salerno, Telese Terme.

Tra i comuni in gara presenze presenze prestigiose come Paestum e Caserta che vantano siti archeologici che continuano a superare record di presenze.

Le altre città in gara: Agrigento,  Alberobello, Altamura, Ancona, Asti, Bellano, Bitonto, Casale Monferrato,Catania, Ceglie Messapica, Cuneo, Fabriano, Fasano, Foligno, Gallipoli, Lanciano, Macerata, Merano, Messina, Montepulciano, Noto, Nuoro, Oristano, Parma, Piacenza, Pietrasanta, Pieve di Cadore, Prato, Ragusa, Reggio Emilia, Scandiano, Siracusa, Teramo, Tivoli, Tremezzina, Treviso, Vibo Valentia e Villa Castelli.

Dichiara il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini: “Si apre un’altra sfida appassionante … una competizione virtuosa che ha già coinvolto decine di città stimolando idee e progettualità”.

Sarà un gara interessante e non ci resta che tifare per le nostre candidate!

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu