Capanne al mare per l’estate 2020: il progetto di uno studio campano

Valentina Cosentino

 

L’estate 2020 è alle porte e la stagione balneare rischia di essere molto limitata  a causa delle norme di distanziamento sociale che con molto probabilità dovranno essere imposte per evitare nuovi contagi. E si moltiplicano in tal senso le ricerche e le proposte per garantire in spiaggia tali norme.

 

L’ultima proposta in ordine di tempo è quella pubblicata da Fanpage.it. Si tratta del il progetto di un architetto ed una ingegnere associati di uno studio tecnico di Cercola.

 

I professionisti Roberta Montella e Salvatore Petriccione hanno elaborato un progetto basato su capanne a forma di campane di plexiglass e legno. Ogni unità potrebbe ospitare fino ad un’intera famiglia in massima sicurezza. Con un diametro di 4,5 metri risulta abbastanza ampia per  lettini e docce senza essere soffocante. La struttura è in legno con un guscio di plexiglass che va dai 20 cm fino a 180 cm, per garantire la protezione di una persona in piedi, ma anche la circolazione d’aria. La copertura è costituita da una tenda che fornisce ombra. ma che può essere rimossa secondo necessità.

 

Le strutture sono naturalmente pensate per i litorali più ampi come quelli della costiera adriatica o in Campania per le spiagge del litorale domizio, m anche alcune spiagge cilentane.

 

Così raccontano la loro idea i due progettisti:  “A seguito dell’emergenza Coronavirus ci siamo adoperati per sviluppare un’idea progettuale per poter usufruire al meglio delle nostre spiagge nel periodo estivo. Il concept progettuale nasce da una forma ovoidale generata da una serie di archi concentrici verticali sezionati in sommità con un piano inclinato atti ad ospitare i bagnanti. Il presupposto è quello di evitare il senso di chiusura ma garantire al tempo stesso le necessarie distanze di sicurezza. La struttura del modulo viene completata da due anelli disposti il primo ad un h di 1,80 metri che funge da appoggio teli mare e supporto di illuminazione a led che può essere prevista nelle ore serali, ed il secondo in sommità per la predisposizione della tenda ed eventuale impianto di nebulizzazione dell’aria. Il modulo è concepito per ospitare lettini e sdraio ed ognuno è dotato di doccia. I moduli sono dislocati e distanziati opportunamente per evitare gli assembramenti ed ottenere la giusta ventilazione naturale”.

 

Fonte e foto : Fanpage.it



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu