Campania, zona gialla: tutte le regole da seguire

News
Articolo di , 26 Apr 2021

 

Da oggi lunedì 26 aprile la Campania diventa zona gialla. La decisione presa dalla Cabina di Regia e confermata dal Ministro della Salute fa seguito al miglioramento dell’andamento epidemiologico della pandemia.

 

Vediamo insieme, alla luce anche dei recenti cambiamenti introdotti dal Governo, quali sono le regole che dovranno essere seguite per spostamenti, scuola e ristoranti.

 

Premessa comune e fondamentale: per tutte le regioni, anche in zona arancione e rossa, il coprifuoco è fissato per le 22:00.

 

Pubblici esercizi, attività commerciali, bar e ristoranti, strutture ricettive

 

Nuove regole per bar e ristoranti che possono accogliere la clientela a pranzo e a cena ma sempre e comunque all’aperto. Sarà possibile sedersi al tavolo in massimo 4 persone, salvo che si tratti di conviventi.

La distanza è concertata per 1 metro.

Dal 1 giugno, e soltanto in zona gialla, i ristoranti saranno aperti anche al chiuso, nello specifico dalle ore 5 alle 18:00. Si potrà stare soltanto seduti al tavolo, con un massimo di 4 persone, salvo che si tratti di conviventi.

E’ permesso effettuare il servizio ai tavoli all’aperto ed anche al bancone ma solo laddove ci siano strutture che permettano la consumazione all’aperto. In caso contrario, sarà esperibile solo il servizio ai tavoli e l’asporto che sarà permesso fino alle ore 18:00.

Sarà sempre possibile, infine, effettuare la consegna a domicilio di cibo e vivande.

 

Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole.

Le attività commerciali al dettaglio si svolgono comunque a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni.

Attività religiose

 

Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si possono svolgere, purché nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo con le rispettive confessioni.

Uffici pubblici

 

Le attività di ricevimento del pubblico o di erogazione diretta dei servizi al pubblico, fermo restando quanto detto nella stessa direttiva relativamente alle attività indifferibili, sono prioritariamente garantite con modalità telematica o comunque con modalità tali da escludere o limitare la presenza fisica negli uffici (ad es. appuntamento telefonico o assistenza virtuale).

Nei casi in cui il servizio non possa essere reso con le predette modalità, gli accessi nei suddetti uffici devono essere scaglionati, anche mediante prenotazioni di appuntamenti, e deve essere assicurata la frequente aerazione dei locali.

Spostamenti

 

Gli spostamenti tra regioni gialle a partire da oggi 26 aprile sono liberi e non occorre autocertificazione.

 

Mutano le regole per le visite private fino al 15 giugno. Potranno giungere ad un’abitazione privata 4 persone, che potranno avere con sé figli minori, anche di età che superi i 14 anni.

Nello specifico, lo spostamento tra regioni gialle differenti può aver luogo anche se comporta lungo il tragitto l’attraversamento di regioni arancioni o rosse.

 

Il rientro a casa dopo essere andati a trovare amici o parenti deve sempre avvenire tra le 5.00 e le 22.00.

 

Gli spostamenti tra regioni di colore diverso devono essere accompagnati da certificazione che confermi l’avvenuta vaccinazione (la seconda dose dev’essere stata inoculata da non oltre 6 mesi) o l’esito negativo di un tampone eseguito da non più di 48 ore.

Scuola

 

“Dal 26 aprile e fino alla fine dell’anno scolastico si torna in classe anche nelle scuole superiori (secondarie di secondo grado). La presenza è garantita in zona gialla dal 70% al 100%” ha reso noto il Governo centrale.

Per le università, “dal 26 aprile al 31 luglio nelle zone gialle le attività si svolgono prioritariamente in presenza”.

Sport palestre e piscine

 

Restano chiuse palestre e piscine. “Dal 26 aprile 2021, in zona gialla, nel rispetto delle linee guida vigenti, è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva, anche di squadra e di contatto. Inoltre, dal 15 maggio 2021, sempre in zona gialla, sono consentite le attività delle piscine all’aperto e, dal 1° giugno, quelle delle palestre.” Così si è espresso Palazzo Chigi su piscine e palestre.

Cinema, teatri e concerti

 

Riaprono al pubblico teatri, cinema, live club e sale da concerto. I posti a sedere dovranno essere obbligatoriamente pre-assegnati ed a una distanza di 1 metro l’uno dall’altro.

Sarà consentita una capienza massima pari al 50% di quella massima autorizzata ed in ogni caso non superiore a 500 spettatori se al chiuso, o 1000 se all’aperto.

Tenendo conto dell’andamento dell’epidemia e delle specificità dei singoli siti, potrà essere autorizzato anche un numero più amplio di spettatori all’aperto, sempre nel rispetto delle indicazioni generali per quanto attiene alla sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...