La brioche col tuppo del Bar Salvo e la ricetta originale

Avatar

La dolce storia del Bar Salvo,punto di riferimento al Vomero per la colazione ,e la ricetta della sua soffice brioche col tuppo.
Una tradizione che dura da sessant’anni e non delude mai!

Una storia lunga sessant’anni quella del Caffè Salvo che dal 1948, con la prima attività aperta da Gennaro Romano, delizia i palati dei napoletani con le sue soffici prelibatezze ed ottimi caffè. Si sposta al Vomero nel 1955 e nonostante altri bar storici riesce ad affermarsi nel quartiere diventando un punto di riferimento per la colazione, in particolare la dolce attrattiva sono i suoi inimitabili cornetti di pasta sfoglia con crema, graffe e brioches artigianali.

Successivamente la gestione è passata al figlio Luigi che insieme alla moglie Raffaella e al suocero Ettore Festa, pasticciere napoletano, portano avanti una tradizione fatta di ingredienti semplici e di qualità , un laboratorio  che inizia a sfornare alle cinque del mattino cornetti  dalla sfoglia lavorata col burro e soffici brioche.

Il bar ci rivela la ricetta di una sua eccellenza la mitica brioche col tuppo, e sicuramente non possiamo  esimerci dal provarla….sarebbe un’ingiustizia per il palato!

Cosa Serve

    • 1 kg di farina
    • 150 gr di zucchero
    • 150 gr di burro
    • 5 uova
    • 50 gr di lievito di birra
    • 30 gr di sale
    • 300 gr di acqua

Come si fa

    • Setacciare la farina ed aggiungere lo zucchero, il lievito sciolto in un po’ di acqua tiepida, il sale ed inserire tutto in un’impastatrice.
    • Iniziare ad impastare, inserendo le uova una alla volta, aggiungere il resto dell’acqua, lasciare incordare l’impasto ed infine unire il burro a pezzetti.
    • Lasciare lievitare l’impasto fino a che non raddoppia il volume. Tagliare la pasta a pezzi e formare le brioche nella maniera tradizionale con il tuppo, metterle sulla teglia e lasciare lievitare ancora sempre fino a che il volume sia raddoppiato.
    • Spennellare le brioche con uovo battuto e latte. Mettere a cuocere in forno a 180° per 20-25 minuti.

 

La ricetta è ripresa dal sito www.lucianopignataro.it l’autore anche della foto di copertina è di Dora Sorrentino che si ringrazia per la concessione d’uso.



Comments to La brioche col tuppo del Bar Salvo e la ricetta originale

  • Che tipo di farina occorre?

    Avatar Anna Ippaso 3 Novembre 2016 10:43 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu