Bonus vacanze 2021: a chi spetta e come funziona

Introdotto dal Governo Conte nel 2020 come misura per rilanciare il turismo: chi ne ha diritto e qual è il meccanismo per poterne fruire.

News
Articolo di , 24 Mag 2021

Ne possono beneficiare tutti coloro che percepiscono un reddito fino a 40.000 euro. Il range va da un contributo di 500 euro per famiglie con 3 o più persone, sino a 300 per un nucleo composto da due persone. Per i singoli, il contributo scende a 150.

Oltre ad hotel, agriturismi, b&b ed altre strutture alberghiere e turistiche, con la modifica introdotta dal decreto Sostegni-bis, il buono vacanze potrà essere utilizzato anche per prenotazioni con tour operator o agenzie di viaggi.

Non è questa l’unica novità se si considera che il decreto Milleproroghe aveva esteso l’agevolazione fino al 31 dicembre 2021, e un ulteriore aggiornamento con un emendamento al decreto Sostegni ha aggiunto una proroga fino al 30 giugno 2022.

Può beneficiarne nel 2021 solo colui che l’ha richiesto entro la fine del 2020, e non lo ha ancora utilizzato. Al momento, non è prevista la possibilità di chiedere una nuova agevolazione. Occorre attendere la riapertura dei termini anche perché, pur non essendo ammesse altre domande, il contributo risalente al 2020 è ancora spendibile da chi lo ha già ottenuto.

Il bonus ottenuto sarà fruibile all’80% come sconto immediato al momento di pagare la struttura alberghiera, l’agenzia di viaggi o il tour operator. Il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta in dichiarazione dei redditi relativa al componente della famiglia cui è stato intestato il documento di spesa della vacanza o del servizio di cui si è beneficiato.

Il bonus è attribuito con un codice univoco cui si associa un QR code. Occorre stamparlo su foglio o averlo sul proprio smartphone per condividerlo con la struttura turistica insieme al codice fiscale allorché si effettua il pagamento.

Massimo Garavaglia, Ministro del Turismo, ha così argomentato l’estensione del bonus ad agenzie e tour operator: “Tante risorse non erano state utilizzate, ma noi non vogliamo che resti neanche un centesimo inutilizzato. Il bonus vacanze aiuta le famiglie con il reddito basso a poter andare comunque in vacanza. Non possiamo permetterci di avere risorse non spese, dopo averle stanziate“.

Si ventila al momento anche l’ipotesi di poterlo utilizzare in più tranche o di cederlo, anche in più “rate”. Quindi una persona che va in vacanza potrebbe optare per utilizzare il buono due volte nella medesima estate, con due alberghi diversi, o con un albergo ed un’agenzia. Queste ultime ipotesi, tuttavia, sono ancora allo studio del Governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...