Blitz in uno stabilimento che produce abiti griffati: scoperti 16 lavoratori “in nero”

Paola Palmieri
Blitz in uno stabilimento che produce abiti griffati: scoperti 16 lavoratori “in nero”
Vota questo articolo

Scoperti 16 lavoratori “in nero” in uno stabilimento in provincia di Salerno

Nei giorni scorsi la Guardia di Finanza ha effettuato un blitz ad Angri, in provincia di Salerno, in uno stabilimento che produce abiti griffati, dove hanno scoperto che su 50 lavoratori 16 lavoravano a nero ed uno di loro non era sprovvisto di  di permesso di soggiorno.

 

Il titolare è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria, e l’attività commerciale potrebbe essere sospesa, come prevede la legge nel caso i lavoratori in nero superino il 20% del totale. Il responsabile è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per  aver violato la legge contro l’immigrazione clandestina, che è punibile fino a tre anni di carcere. Anche le sanzioni che si rischiano in caso di sfruttamento del lavoro nero sono altissimi arrivando oltre i 60mila euro.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu