Blatte e insetti al pronto soccorso del San Giovanni Bosco

Grande Napoli
Blatte e insetti al pronto soccorso del San Giovanni Bosco
Vota questo articolo

Invasione di insetti nel pronto soccorso dell’ospedale napoletano, ma non è tutto, anche  l’aria condizionata è fuori uso. L’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, si trasforma in un vero incubo per i pazienti. Prevista una nuova disinfestazione dalle ore 22 della sera del 31 luglio per tre ore, fino all’una del giorno successivo, l’ospedale rimarrà quindi chiuso per un giorno intero.

A confermarlo è il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, che ha effettuato un sopralluogo nel nosocomio. «Oltre a un numero impressionante di insetti, soprattutto di blatte e zanzare che sono talmente tante da ricoprire parte delle pareti dell’ospedale – ha detto Borrelli – purtroppo ho constatato che i condizionatori erano ancora rotti o parzialmente funzionanti e ciò crea notevoli disagi a pazienti e operatori che provano a organizzarsi da soli con ventilatori sistemati alla meglio, anche con il nastro adesivo o addirittura con i pazienti sistemati nei corridoi e forniti di ventagli per resistere all’afa».

L’esponente dei Verdi ha evidenziato che «dopo i blitz delle scorse settimane, il direttore generale dell’ospedale aveva fornito ampie rassicurazioni sull’installazione delle zanzariere che in effetti è partita ma non è stata conclusa e sulla riparazione del sistema di aria condizionata oltre che sulla disinfestazione che, nei fatti, è ufficialmente partita e a cui ho assistito personalmente, anche se non ha ancora portato i risultati sperati. Il nuovo pronto soccorso dell’ospedale deve avere l’aria condizionata pienamente funzionante e deve essere collaudato in tempi rapidi dalla Asl altrimenti i disagi per i pazienti non finiranno mai».



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu