Biscotti di San Gennaro: storia e ricetta dei dolci dedicati al Santo Patrono

Cucina
Articolo di , 20 Gen 2021

 

Napoli è profondamente religiosa. La maggior parte dei napoletani ha una fede molto sviluppata e un amore per la sacralità davvero incastonato in tanti ambiti della vita.
Si respira per le strade la presenza di una religiosità radicata a partire dalle effigi, per poi passare alle splendide e svariate chiese, e infine per continuare con santini in angoli inaspettati della colorita metropoli. E quest’ultima ha un legame viscerale con molteplici personalità santificate, ma nessuna di queste è paragonabile a San Gennaro per la città partenopea e per i suoi abitanti. Il Santo Patrono del capoluogo campano possiede tutto l’amore dei napoletani, che si affidano a lui e al miracolo della liquefazione del suo sangue fin dai tempi di Costantino.

I biscotti di San Gennaro

Anche la cucina risente di questo profondo rapporto. Si dà il caso che le suore della Compagnia delle Figlie della Carità il 19 settembre, giorno dedicato a San Gennaro, festeggiassero l’importante personalità preparando dei dolcetti dedicati proprio al Santo Patrono. Questi ultimi erano indirizzati ai pazienti dell’ospedale San Gennaro dei Poveri, sito al Rione Sanità.

La ricetta

Trattandosi di dessert finalizzati a persone con problematiche di salute e spesso anche d’età, i biscotti erano e sono ancora oggi molto semplici e basici, morbidi al punto tale da permetterne a tutti la masticazione. Con gli anni molte varianti sono sbucate fuori, da quelli con aggiunta di marmellata e doppia frolla, a quelli dall’impasto più particolareggiato, a quelli ricchi di zuccheri aggiunti. Ma la classica e storica ricetta resta quella delle fedeli.

Ingredienti

  • 200 gr di farina 00
  • 60 gr di zucchero
  • 3 uova intere
  • 1 tuorlo
  • scorza grattugiata di 1 limone
  • cannella in polvere quanto basta

Procedimento

La prima cosa da fare è montare le uova con lo zucchero. Si aggiungono, a completo assorbimento, la scorza di limone grattugiata e la cannella. Si mescola fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso.
A questo punto va setacciata la farina. Pian piano la si aggiunge al resto degli ingredienti mescolando con delicatezza, facendo attenzione a farlo dal basso verso l’alto per non smontare le uova.

 

Nel frattempo si preriscalda il forno a 170° e si ricopre una teglia con della carta da forno. L’impasto va inserito in una sac à poche dalla bocchetta liscia. A questo punto si formano sulla carta forno dei biscotti rotondi dal diametro di 4 o 5 centimetri.

Si inforna per 15 minuti, controllando la cottura di tanto in tanto. Successivamente, dopo averli fatti raffreddare, possono essere serviti.

 

Immagine di copertina: giallozafferano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...