Biblioteca dei Girolamini: scoperto un manoscritto rarissimo del 1300

Valentina Cosentino
Biblioteca dei Girolamini: scoperto un manoscritto rarissimo del 1300
Vota questo articolo

 

La Biblioteca dei Girolamini torna lentamente alla vita dopo il terribile saccheggio che l’ha vista al centro di una vicenda dai risvolti interazionali.

 

Grazie anche agli studiosi  della Federico II, che da meno di un anno con la Scuola di alta formazione in Storia e filologia del manoscritto e del libro antico stanno procedendo ad una revisione del patrimonio superstite, è stato possibile identificare tra i volume in corso di catalogazione il preziosissimo manoscritto trecentesco che raccoglie le tragedie di Seneca, tra i più pregiati dei volumi custoditi ai Girolamini per fortuna scampato ai

 

L’Istituto Treccani, nella Sala Vico della Biblioteca stessa, presenterà al pubblico il facsimile appena dato alle stampe, sol 299 copie fedeli del volume con testo e immagini.

E sono  proprio le miniature la parte più prestigiosa del volume opera di un maestro attivo a Napoli sotto il regno di Giovanna I che contamina la sua arte con le soluzioni artistiche che furono di Giotto, Simone Martini e Niccolò di Tommaso.

 

Sono questi i primi passi per la piena restituzione della Biblioteca al pubblico ed agli studiosi.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu