BBC: Napoli ha un patrimonio storico immenso, difficile da gestire

BBC: Napoli ha un patrimonio storico immenso, difficile da gestire
Vota questo articolo

Dopo la puntata dedicata ai tesori nascosti di Napoli, la BBC torna nuovamente nel capoluogo partenopeo per un nuovo reportage nel cuore della città, nella zona dei Vergini. L’autore del documentario è il giornalista della BBC travel Erin Craig, che ha incontrato l’esperta di storia dell’arte Maria Corbi, fondatrice insieme a Christian Leperino e Massimiliano Tartaglione, dell’associazione SMMAVE, Centro per l’arte contemporanea, impegnata nel restauro della Chiesa di Santa Maria della Misericordia ai Vergini.

Napoli, città ricca di storia e di arte 

L’episodio si apre con una riflessione sulla storia di Napoli: “Napoli ha un problema di storia: semplicemente ne ha troppa. Cimiteri greci, rovine romane, castelli medievali, chiese rinascimentali. È più di quanto una città possa mantenere e alcuni siti inevitabilmente si sgretoleranno, a meno che i cittadini non ne prenderanno alcuni in carico”. Dall’interesse nei confronti della cultura antica e dell’arte napoletana nasce l’idea di girare questo reportage, che va alla scoperta dei reperti rinvenuti nell’antica Chiesa dei Vergini, ricca di cimiteri e conventi. Durante il restauro è emerso un affresco della Pietà, seppellito dietro le macerie della cripta, risalente al 18° secolo e firmato dal pittore Leonardo Olivieri.

Secondo l’archeologo Carlo Leggieri, fondatore dell’associazione Celanapoli, “Questi monumenti contrassegnano le tombe dell’aristocrazia dell’antica Neapolis, di tutte le persone influenti di una delle città più grandi e importanti del Mediterraneo“. L’esperto ribadisce anche la necessità di una collaborazione tra le diverse associazioni che tutelano il patrimonio artistico della città, come fanno Celanapoli e VerginiSanità, in modo da rinnovare il sentimento di orgoglio civico e sviluppare il turismo attraverso un attivo coinvolgimento della popolazione locale.

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu